Marchese De Sade: i crimini dell’amore. Biblioteca viterbo

marchese de sade

« Sfortunatamente devo descrivere due libertini; aspettati perciò particolari osceni, e scusami se non li taccio. Ignoro l’arte di dipingere senza colori; quando il vizio si trova alla portata del mio pennello, lo traccio con tutte le sue tinte, tanto meglio se rivoltanti; offrirle con tratto gentile è farlo amare, e tale proposito è lontano dalla mia mente». Marchese de Sade Aline e Valcour – Ventitreesima lettera: Déterville a Valcour  Così introduce la figura del marchese De Sade Wikipedia.

Ma per scoprirlo da un’angolazione tutta nuova l’appuntamento è con GLI SPECIALI venerdì 23 Gennaio alle 17,30 cone FILIPPO D’ANGELO e LORENZO FLABBI per la presentazione di 

Marchese De Sade. I crimini dell’amore  (Sala Conferenze della Biblioteca Consorziale di Viterbo – Viale Trento, 18/e

 

Donatien Alphonse François de Sade (1740-1814) trascorse gran parte della propria esistenza fra prigioni e manicomi: lunghi decenni durante i quali eresse il più imponente monumento letterario all’audacia e alla trasgressione. Ancor prima che l’opera di uno scrittore, il suo nome evoca un paesaggio mentale la cui fisionomia prefigura il destino della contemporaneità. Venerato da Flaubert e Baudelaire, assurto a mae­stro fra i surrealisti, indagato da pensatori come Adorno, Foucault e Bataille, trasposto da registi come Buñuel e Pasolini, Sade resta una delle figure più enigmatiche e perturbanti della cultura occidentale.

Filippo D’Angelo è nato a Genova nel 1973. Ha insegnato letteratura francese nelle università di Parigi III, Grenoble e Limoges. Vive in Francia. Ha pubblicato per Minimum fax il romanzo La fine dell’altro mondo e il saggio Troppe puttane! Troppo canottaggio! Da Balzac a Proust, consigli ai giovani scrittori. Nel 2014 ha curato per L’orma la riedizione dai testi originali di I crimini dell’amore nella selezione dei tre racconti più importanti della raccolta.

Lorenzo Flabbi (Milano 1974) è critico letterario e editore. In Francia, dove ha vissuto a lungo, ha insegnato letterature comparate alle università di Paris III e Limoges dedicando molti dei suoi scritti agli aspetti teorici della traduzione. Ha tradotto, tra gli altri, Paul Valery, Stendhal, Agatha Christie, Annie Ernaux e Salman Rushdie.Dal 2012 vive a Roma dove nello stesso anno ha fondato L’orma editore con Marco Federici Solari.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI