Marcella Brancaforte, nell’artista della Tuscia batte il cuore del Classicismo

C’è un filo rosso che lega la Tuscia al mondo classico. Un legame sottile ma forte, che fa amare questa terra a chi ha radici etrusche così come a chi viene da lontano, dalla casa per eccellenza del classicismo, la Sicilia. E così Marcella Brancaforte, siciliana doc, che ha fatto di Tuscania la sua dimora, ha scelto di guardare all’oro degli antichi per trovare ispirazione al libro che l’ha vista arrivare in finale al Premio Andersen 2018.

I Doni degli dei” (Verba Volant Edizioni di Siracusa ) è finalista come il Miglior Libro fatto ad Arte”. Come ci racconta Marcella Brancaforte: “Il libro è nato soprattutto perché mi è piaciuta molto la scrittura di Giusi Norcia, grecista di Siracusa. Il suo testo scarno ed evocativo apre la mia immaginazione”. Anche il formato del libro è riuscito a far rivivere alla Brancaforte le sue origini: “Fausta De Falco e Elio Cannizzaro, editori siracusani, hanno avuto la capacità di inventare questi “Libri da parati”: la collana consiste in libri che quando si dispiegano diventano un manifesto che ricorda l’umile cartellone del Cantastorie siciliano, al quale da siciliana a studiosa di tradizioni popolari sono legata”:

I doni degli Dei racconta il mito legato alla nascita del nome Atene con il tono conciso e asciutto usato da Giusi Norcia. Le tavole di Marcella Brancaforte, come scrive Carla Ghisalberti, studiosa di libri per ragazzi e promotrice della letteratura per ragazzi, riescono ad avere “un tono classico, seppure velato di una sottile ironia che emerge qua e là. Le sue tavole sembrano sempre appartenere a un’epoca che porta in sé un po’ di eternità, ironia compresa. I disegni, ma soprattutto le figure umane, sempre molto caratterizzate e riconoscibili come sue, i grandi occhi espressivi, le gote colorite, travalicano mode e stili”.

La Tuscia si arricchisce così di una nuovo successo nel nome dell’arte e della cultura grazie a Marcella Brancaforte.

Nella foto un’illustrazione di Marcella Brancaforte dal libro I doni degli dei Edito da Verba Volant

 

 

 

 

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI