“Mai più violenza: esci dal Silenzio”: premiata studentessa del Santa Rosa

“Un’iniziativa importante che riguarda un fenomeno sottovalutato che nel 2013 ha visto in crescita i dati sulla violenza sulle donne che va combattuta con tutti gli strumenti , culturali e legislative per sensibilizzare le coscienze soprattutto giovani”. Così il presidente del Consiglio regionale del Lazio, Daniele Leodori, alla cerimonia di premiazione del concorso “Mai più violenza: esci dal silenzio”, promosso dal Consiglio regionale del Lazio attraverso la Consulta Femminile Regionale per le Pari Opportunità che si è svolta stamattina al Tempio di Adriano a Roma. Il concorso, giunto alla settima edizione, rivolto alle giovani generazioni per la diffusione della cultura della non violenza, del rispetto della dignità umana e alla conoscenza delle devastanti conseguenze psicofisiche della violenza sulle donne.

Vi hanno aderito ,31 scuole, fra medie superiori e percorsi triennali di istruzione e formazione del Lazio. Sono stati 188 gli elaborati giunti per la selezione nelle tre diverse categorie di concorso: 89 opere grafiche, 41 multimediali e 58 letterarie, di cui una parte esposti al Tempio di Adriano.I lavoridegli studenti di questa edizione indicano una straordinaria capacità di elaborazione culturale che supera la presa d’atto del fenomeno per indagare sull’animo della donna abusata ed esplorare le logiche comportamentali del carnefice. Il conseguimento di questo risultato consolida la speranza nel protagonismo delle nuove generazioni per affermare un nuovo modello di civiltà”. “La Regione Lazio ha ben presente il tema della violenza contro le donne e una delle prime leggi varate dalla nuova consiliatura è stata proprio quella che ha istituito una rete di centri antiviolenza – ha ricordato Cristian Carrara ”.

Sono risultati vincitori, alunni delle scuole laziali, per la sezione letteraria, Angelita Cantarella, classe IV CU dell’Istituto Magistrale Santa Rosa di Viterbo a cui va l’encomio di TusciaUp; Oltre ad un premio di mille euro per ciascuna delle categorie di concorso che verrà erogato tramite gli istituti scolastici dove sono iscritti gli studenti risultati migliori classificati, le opere vincitrici beneficeranno di un’ampia diffusione. In tutti i capoluoghi di provincia della Regione verranno affissi i manifesti del miglior lavoro artistico, quello letterario sarà stampato e distribuito, mentre verranno promossi spot pubblicitari del contributo multimediale, al fine di contribuire a sollecitare una riflessione consapevole sulla violenza. A “Mai più violenza: esci dal silenzio” ha aderito il presidente della Repubblica, con il patrocinio del Senato della Repubblica, Camera dei deputati, Presidenza del Consiglio dei ministri, Camera di Commercio di Roma e Comitato per la promozione dell’imprenditoria femminile e Conferenza delle presidenti degli organismi regionali di parità.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI