Luigi Spina e le Esperienze visive di un fotografo del Mediterraneo

Martedi 12 maggio alle ore 11,oo nell’Aula 12 del Complesso di Santa Maria in Gradi in occasione degli incontri disposti dal Laboratorio di fotografia del Dipartimento di Scienze Umanistiche della Comunicazione e del Turismo, sarà ospite di Unitus, Luigi Spina maestro della fotografia con l’uso del bianco ottico. Luigi Spina quarantanovenne una laurea in scienze politiche, per lui l’uso del bianco e nero è alla base del suo processo creativo. Filo conduttore nelle sue ricerche è la bellezza. Un bellezza sfuggevole temporanea, tuttavia mitica e rigeneratrice. Da ciò l’autore trae motivo di confronto con la memoria degli uomini, o meglio con le tracce lasciate in eredità. Una singolare rivisitazione di luoghi che appartengono alla memoria di tutti gli uomini. Il Colosseo e gli anfiteatri di Pompei, Pozzuoli e Capua, fotografati attraverso uno sguardo che sa suggestionare e tradurre l’antico splendore in contemporaneità.Interventi importanti quelli di Spina: nel 2010 la Mostra ‘O Vero –Napoli nel mirino, esposizione al Museo Madre di Napoli. Nel 2013 il progetto The Buchner’s Boxes al Mia Fair 2013 L’introduzione sarà del Prof. Giovanni Fiorentino. L’evento è pubblico www.luigispina.it. facebook.com/luigispina.officialpage

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI