Biblioteca Vallicelliana: da Sutri arriva Luigi Lambertini

Dopo essere stato la voce dell’arte per i culturali del GR2 e del Giornale Radio per molti anni, Luigi Lambertini si è trasferito a Sutri e dalla sua residenza in provincia di Viterbo si dedica oramai a tempo pieno alla scrittura di racconti e romanzi.

Giornalista, critico d’arte e promotore culturale, con un’attività giornalistica iniziata nel 1954 al Carlino Sera, Nazione Sera, Gazzetta di Parma, Corriere della Liguria e l’Avvenire d’Italia, dal 1966 alla Rai di Trento e dal 1970 a Roma ai servizi culturali del Giornale Radio, al GR2 e a Radio Uno come capostruttura, Luigi Lambertini ha collaborato fra l’altro con Il Giornale di Montanelli e dal 1989 al 2006 con Il Corriere della Sera.

Autore di saggi, monografie, racconti, si è occupato di mostre e personali, fra le tante collaborando alla retrospettiva di Depero, tenuta a Torino nel 1969; ha partecipato a premi e commissioni d’invito, è stato nel consiglio d’amministrazione della Quadriennale nazionale di Roma dal 1984 al 1993.

Un incontro con Luigi Lambertini è in programma nel salone Borromini della Biblioteca Vallicelliana per presentare i due romanzi Gola di pietra e La commedia dei furbi e la seconda edizione riveduta di Un aquilone, perché?.

Con lui saranno presenti lo storico dell’arte Giuseppe Appella, il critico letterario Arnaldo Colasanti, la giornalista Lidia Lombardi. L’incontro, dopo il saluto del direttore della Biblioteca Vallicelliana Paola Paesano, è coordinato da Agostino Bagnato, direttore della rivista L’Albatros.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI