“Lu Grillu e La Luna” musica del profondo sud a Palazzo Farnese

Secondo appuntamento per il Festival “Di Voci e Di Suoni” all’insegna della ricerca delle radici più profonde della nostra tradizione musicale. La compagnia “Peppino Liuzzi” , organizzatrice dell’evento, propone infatti “Lu Grillu e La Luna: Un viaggio onirico nell’immaginario della canzone popolare tra Salento e Sicilia”.
Lo spettacolo, il cui titolo attinge all’omonima canzone di Domenico Modugno, è imperniato sulle voci. Voci che cantano, narrano, interpretano un viaggio assai suggestivo nell’estremo meridione d’Italia: la Sicilia e il Salento. Navigando fra le melodie, lo spazio e il tempo, e gli immaginari culturali di queste due magnifiche terre, il mare che le separa diviene così il viatico per la scoperta delle tante affinità che le accomunano: la lingua classica e peculiare al tempo stesso, a tratti simile e a tratti indistinguibile; il senso di identità e di appartenenza, affine per siciliani e salentini; il senso di riconquistata dignità con cui se ne rappresenta la marginalità geografica, sociale e culturale. Il viaggio si snoda fra canti e racconti che narrano di storie di donne e uomini, siciliani e salentini, celebri o sconosciuti che si intrecciano, si allontanano per poi riconvergere nell’incontro fra queste due fertili culture musicali, meticce e “contaminate” per definizione.
“Lu Grillu e la Luna” e’ interpretato da:
Maria Serena De Masi, splendida voce del Salento, capace di spaziare dal canto lirico al canto tradizionale con padronanza e leggerezza, cantante del gruppo di musica salentina “Scantu de Core”;
Francesco Salvadore, siciliano di Messina, da anni impegnato nella ricerca, nella riproposta e nell’innovazione della musica tradizionale, cantante di Unavantaluna-Cumpagnia di musica sixiliana.
I due interpreti sono accompagnati da un trio di musicisti d’eccezione: Caterina Palazzi: (contrabbasso), Massimiliano Felice (organetto), Silvano Boschin (mandolino, chitarra portoghese, bouzouki , chitarra) e dalle danzatrici Franca Tarantino e Margherita Badalà.
La regia è di Sergio Valastro.
L’appuntamento è per giovedì 23 Luglio alle ore 21,30 al Palazzo Farnese di Caprarola.
Ingresso 7 euro, Ridotto 5 euro.
L’incasso sarà devoluto in beneficenza all’associazione Amistrada (Rete di Amicizia con le ragazze ed i ragazzi di strada di città del Guatemala).
Per informazioni www.compagniapeppinoliuzzi.it oppure 0761/645028, 329/3604044

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI