Lorenzo Postiglione: al Cantagiro darò il meglio con Brava a leggere

Lorenzo Postiglione, 25enne di Fabrica di Roma, ama lo sport, i comics, girare il mondo, la natura incontaminata. Ma soprattutto adora la musica. Con il brano inedito Brava a leggere parteciperà alle semifinali del Cantagiro 2016, che si terranno a Fiuggi dal 2 al 9 ottobre.

Lorenzo, dopo il diploma al liceo scientifico di Civita Castellana, ha iniziato la Facoltà di Scienze Ambientali a Viterbo. Ma la sua passione per la musica era più forte. Ha abbandonato gli studi intrapresi per iniziare gli studi musicali a Roma presso il Saint Louis Music College, dove ora frequenta il secondo anno. Ha iniziato a prendere seriamente la musica da circa due anni e da due anni sta studiando molto, iniziando anche a scrivere canzoni.

La sua è una passione che viene da lontano. “Sono nato immerso nella musica. Mio padre canta da quando aveva 15 anni. Io all’età di sei anni ho iniziato a suonare il pianoforte, ma crescendo ho preferito la chitarra. Infatti dicevo a mia madre: il pianoforte è uno sport che non mi piace. Negli ultimi due anni suono e canto con assiduità. Quando ho capito che più lo facevo e più la mia voce migliorava e prendeva un colore che mi piaceva, non mi sono più fermato”.

Questa sua determinazione lo ha portato al Cantagiro, un percorso iniziato a Civita Castellana grazie alla famiglia. “È partito tutto grazie a mio zio che vive a Gallese, anche lui musicista e appassionato di musica, che mi ha consigliato di partecipare alle preselezioni a Civita Castellana, dove ho cantato Angel di Robbie Williams, e Metti in circolo il tuo amore di Ligabue. Quella sera ho vinto e mi hanno fatto accedere automaticamente al Cantagiro. La seconda tappa è stata quella di Narni dove ho cantato Wherever you will go dei The Calling e Generale di De Gregori. Sono passato alla finale regionale a Perugia, dove ho portato un inedito scritto da un compositore che ho conosciuto proprio al Cantagiro. Partecipa anche lui come cantautore, mentre io come interprete, quindi non ci siamo scontrati! Il brano inedito al quale ho lavorato anche io si chiama Brava a leggere scritto da Giorgio Fantozzi, che tra l’altro ha la mia stessa età. È stato difficile competere con interpreti che portavano cover di grandi artisti anche internazionali, ma fortunatamente sono passato con il mio inedito alla semifinale nazionale”.

E ora a pochi giorni dalla partenza per Fiuggi Lorenzo è pronto a dare il meglio. “Sono felice, sicuro e deciso, pronto a dare il meglio in quei tre minuti. Mi presento appunto con Brava a leggere. Il brano racconta l’atmosfera magica che si crea in una notte d’estate su una spiaggia. Tra allegria, birra e musica rock, la serata diventa particolare perché il ragazzo farà un incontro, una ragazza con due occhi che esplodono che leggerà la sua anima come non era mai successo prima”.

Attraverso la sua voce e i suoi testi Lorenzo vuole raccontare tutto, la vita nella sua globalità, le cose belle e le cose brutte, ed è questo che cercherà di fare sul palco della semifinale. “Come ogni volta che canto in pubblico, cercherò di arrivare alle persone e di trasmettere quello che provo in quel momento sul palco, di trasmettere il mio essere allegro ma anche intimista e intenso e di creare l’atmosfera a seconda della canzone che sto cantando”.

Una bella sfida per Lorenzo, che ha già gli occhi puntati verso il futuro. “Dopo il Cantagiro ho in progetto tante cose, la prima è scrivere, scrivere e scrivere, realizzare musica che abbia uno spessore artistico, fare sempre meglio e farmi conoscere creando musica che susciti emozioni positive nelle persone, anche malinconiche ma pur sempre positive. Ho in progetto insieme ai miei produttori di fare un cd, che uscirà quando finirò di scrivere e di perfezionare le mie canzoni, massimo tra un anno. Per il Cantagiro e per il futuro vorrei ringraziare mio zio Renato, che oltre ad avermi suggerito di partecipare al Cantagiro mi ha anche suggerito di iniziare a prendere delle vere lezioni di chitarra. Ringrazio i miei familiari e parenti, la mia ragazza, i miei amici e tutti quello che hanno creduto e stanno credendo in me. Ringrazio Giorgio Fantozzi per aver dato a me la sua canzone, e ringrazio tutti gli organizzatori della manifestazione per avermi dato questa piccola occasione, in particolare Alessandro Cavalieri e Roberto Nelli. La fase dei ringraziamenti come sempre non finisce mai!”.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI