Lo Psicologo del Rock a “Caffeina”: le canzoni aiutano a vivere meglio

Dopo il grande successo riscosso al Wintergarden di Viterbo, gli spettacoli psico-musicali dello Psicologo del Rock tornano a emozionare il pubblico, con 8 serate al Caffeina Festival, la grande kermesse culturale di musica, libri, cinema, teatro, eventi, arte di strada, gastronomia e artigianato che dal 24 giugno al 3 luglio colorerà il centro storico di Viterbo. Sul palco di Caffeina Romeo Lippi, psicologo, psicoterapeuta e cantautore, fondatore della Songtherapy come terapia basata sulle canzoni, ogni sera alle 23,00 interpreterà in una chiave di lettura del tutto nuova i brani dei grandi cantautori italiani, accompagnato dai musicisti della sua band Le Ferite, alternando all’esecuzione live l’introspezione psicologica dei testi, dei loro significati più profondi e nascosti, arricchita con coinvolgenti racconti della sua esperienza di psicoterapeuta. Musica e psicologia, dunque, per la prima volta insieme come esperienza di conoscenza e crescita personale. “Perché la musica aiuta a vivere meglio”, spiega Romeo Lippi, che nel suo blog dimostra come la funzione terapeutica della musica abbia un comprovato fondamento scientifico. E proprio perché “nella musica c’è tantissima psicologia, ci sono incise le nostre emozioni, le nostre storie, i legami, i ricordi più intimi”, i cantautori che ascoltiamo diventano, inconsapevolmente, terapeuti dell’anima, sostiene Lippi. “Attraverso la musica che più amiamo, si può entrare in contatto con le parti più profonde di noi stessi e diventarne più consapevoli”: questo il grande potere salvifico della musica, che Romeo Lippi porta nella sua esperienza di terapeuta e nei suoi spettacoli.

Ad aprire il ciclo di incontri-concerto, il 24 giugno, una serata dedicata al viaggio di vita e poesia dell’artista romano Franco Califano, che riversò nelle canzoni la parabola della sua esistenza: dall’infanzia traumatica, all’adolescenza ribelle per arrivare ad una vita adulta sempre a limite, condivideremo con il Califfo la ricerca di una felicità mai pienamente raggiunta.
Il 25 giugno sarà la volta dei Subsonica, il gruppo torinese che racconta in musica i cambiamenti culturali dell’era tecnologica: il difficile rapporto tra noi e la macchina, tra il reale e il virtuale, tra la continua ricerca di un contatto umano e la fredda realtà di uno schermo. Tra rock elettronico e poetica innovativa, saremo condotti in un gioco di specchi per capire come vivere meglio in un mondo ipertecnologico.
Francesco De Gregori e le sue canzoni ricche di archetipi e simboli saliranno sul “lettino” dello Psicologo del Rock il 26 giugno. La simbolizzazione è uno strumento terapeutico importante, che permette alle persone di dare un significato alle proprie esperienze, elevandole. Così i personaggi di De Gregori incarnano il Viaggio dell’Eroe, e attraverso le sue canzoni ognuno di noi è chiamato a fare il suo percorso alla ricerca di se stesso. De Gregori ci insegna a sognare.
Il 28 giugno sarà invece la serata delle Ferite, la band di cui Romeo Lippi è fondatore, frontman e autore. Attraverso le sue canzoni, Lippi ripercorrerà il suo percorso individuale di uomo e di psicoterapeuta, tutto incentrato sull’idea di trasformare il dolore e gli eventi negativi in possibilità, risorsa, arte. Nei suoi brani, le vicende drammatiche della sua vita e di quella dei suoi pazienti, per condividere con il pubblico conoscenza ed emozione.
A Fabrizio De André, il cantautore che più di ogni altro ha saputo esplorare gli abissi dell’animo umano, sarà dedicato l’appuntamento del 29 giugno. Attraverso la sua musica e i suoi testi, saremo condotti in un viaggio che ci aiuterà a comprendere e accettare noi stessi e gli altri, in un perfetto equilibrio tra emotività e razionalità.
La serata del 30 giugno sarà invece dedicata a Vasco Rossi e la terapia del Qui e Ora. Sulle note e i testi del rocker di Zocca, scopriremo come vivere un’esistenza più emozionante, sincera, piena.
Il penultimo appuntamento dello Psicologo del Rock sul palco di Caffeina vedrà protagonisti i Baustelle e la psicologia dei giovani. La sera del 1 luglio, attraverso i versi intensi e visionari del gruppo toscano, Romeo Lippi e la sua band ci condurranno in un viaggio emozionale nelle patologie dei ragazzi e dei giovani adulti, nella loro drammatica ricerca d’identità anche attraverso comportamenti al limite.
L’ultima serata, infine, quella del 2 luglio, regalerà gli insegnamenti del cantautore filosofo Franco Battiato. Un appassionante percorso nella musica meditativa di questo artista, cogliendo le connessioni tra i suoi testi e la psicologia transpersonale di Jung, o la piramide dei bisogni umani di Maslow. Un viaggio in musica alla scoperta de “la cura” del Maestro ai mali della nostra società.
Tutti gli appuntamenti sono alle ore 23,00 a Piazza del Fosso (Viterbo) con ingresso gratuito.Grazie a te!
Approfitto della tua gentilezza per segnalarti un’imprecisione all’interno del comunicato che ti ho inviato ieri. In calce abbiamo scritto “ingresso gratuito”, mentre in realtà è previsto un biglietto di accesso giornaliero alle arene Caffeina di 4 euro, che dà accesso a tutti gli eventi in programma nel corso della stessa giornata, salvo diversamente indicato dall’organizzazione.
E’ possibile, dunque, eliminare dall’articolo che avete pubblicato la dicitura “ingresso gratuito”?

Grazie mille,
Chiara

Il giorno 15 giugno 2016 14:13, redazione@tusciaup.com ha scritto:
perfetto. Sei molto disponibile.
Grazie
Sara

Da: “Chiara Ceneroni” chiaraceneroni1@gmail.com
A: “redazione@tusciaup.com” redazione@tusciaup.com
Cc:
Data: Wed, 15 Jun 2016 10:00:01 +0200
Oggetto: Re: Lo Psicologo del Rock a CAFFEINA

Ciao Sara,
ci sembra un’idea molto carina. Romeo Lippi è disponibile a farla anche dal vivo, puoi contattarlo direttamente su questo numero, così vi mettete d’accordo per fissare data e orario. Ecco il suo recapito:
328 3051918

Ancora grazie per l’interesse,
Chiara Ceneroni

Inviato da iPhone

Il giorno 14 giu 2016, alle ore 19:51, “redazione@tusciaup.com” ha scritto:

Ciao Chiara
ci piacerebbe prima dell’inizio dell’evento poter intervistare Romeo Lippi. raccontando la sua anima, all’interno della nostra sezione Ilove Tuscia che racconta storie di eccellenze da e per la Tuscia. Vi puoi entrare e scorrervi tutte le storie che sono dentro.
Mi pare una bella cosa. Pensi sia possibile?
Se l’incontro può avvenire direttamente bene, altrimenti possiamo combinare attraverso di te che sei professionalmente ineccepibile sottoponendogli i nostri punti di domanda.
La via migliore per rendere possibile la cosa che pensiamo sia molto bella per la Tuscia
Ti pare praticabile?

Sara autrice di Tusciaup

Da: “Chiara Ceneroni” chiaraceneroni1@gmail.com
A: “redazione” redazione@tusciaup.com
Cc: “Rossella Cardello” tusciaup.press@gmail.com, segreteria@tusciaup.com
Data: Tue, 14 Jun 2016 17:07:59 +0200
Oggetto: Lo Psicologo del Rock a CAFFEINA

Gentile redazione,
invio il comunicato stampa degli otto spettacoli che Lo Psicologo del Rock terrà al Caffeina Festival di Viterbo dal 24 giugno al 2 luglio. Durante gli otto incontri-concerto lo psicologo Romeo Lippi, accompagnato dalla sua band Le Ferite, affronterà i grandi temi della psicologia attraverso le canzoni dei più importanti cantautori italiani, svelando il potere terapeutico della musica.

Allego anche una foto della locandina e alcuni scatti di Romeo Lippi, compreso uno di una serata live allo spazio Wintergarden, oltre alla scheda del progetto.

Grazie dell’attenzione,
Chiara Ceneroni

Lo Psicologo del Rock a “Caffeina”: come le canzoni possono aiutarci a vivere meglio

All’interno del più prestigioso Festival culturale di Viterbo, per otto serate, dal 24 giugno al 2 luglio, Romeo Lippi e la sua band Le Ferite esploreranno i grandi temi della psicologia attraverso le canzoni dei più importanti cantautori italiani, tra musica live e riflessione sui testi, svelando il potere della musica. Una data sarà dedicata ai brani inediti del gruppo Le Ferite.

Dopo il grande successo riscosso al Wintergarden di Viterbo, gli spettacoli psico-musicali dello Psicologo del Rock tornano a emozionare il pubblico, con 8 serate al Caffeina Festival, la grande kermesse culturale di musica, libri, cinema, teatro, eventi, arte di strada, gastronomia e artigianato che dal 24 giugno al 3 luglio colorerà il centro storico di Viterbo. Sul palco di Caffeina Romeo Lippi, psicologo, psicoterapeuta e cantautore, fondatore della Songtherapy come terapia basata sulle canzoni, ogni sera alle 23,00 interpreterà in una chiave di lettura del tutto nuova i brani dei grandi cantautori italiani, accompagnato dai musicisti della sua band Le Ferite, alternando all’esecuzione live l’introspezione psicologica dei testi, dei loro significati più profondi e nascosti, arricchita con coinvolgenti racconti della sua esperienza di psicoterapeuta. Musica e psicologia, dunque, per la prima volta insieme come esperienza di conoscenza e crescita personale. “Perché la musica aiuta a vivere meglio”, spiega Romeo Lippi, che nel suo blog dimostra come la funzione terapeutica della musica abbia un comprovato fondamento scientifico. E proprio perché “nella musica c’è tantissima psicologia, ci sono incise le nostre emozioni, le nostre storie, i legami, i ricordi più intimi”, i cantautori che ascoltiamo diventano, inconsapevolmente, terapeuti dell’anima, sostiene Lippi. “Attraverso la musica che più amiamo, si può entrare in contatto con le parti più profonde di noi stessi e diventarne più consapevoli”: questo il grande potere salvifico della musica, che Romeo Lippi porta nella sua esperienza di terapeuta e nei suoi spettacoli.
Ad aprire il ciclo di incontri-concerto, il 24 giugno, una serata dedicata al viaggio di vita e poesia dell’artista romano Franco Califano, che riversò nelle canzoni la parabola della sua esistenza: dall’infanzia traumatica, all’adolescenza ribelle per arrivare ad una vita adulta sempre a limite, condivideremo con il Califfo la ricerca di una felicità mai pienamente raggiunta.
Il 25 giugno sarà la volta dei Subsonica, il gruppo torinese che racconta in musica i cambiamenti culturali dell’era tecnologica: il difficile rapporto tra noi e la macchina, tra il reale e il virtuale, tra la continua ricerca di un contatto umano e la fredda realtà di uno schermo. Tra rock elettronico e poetica innovativa, saremo condotti in un gioco di specchi per capire come vivere meglio in un mondo ipertecnologico.

Francesco De Gregori e le sue canzoni ricche di archetipi e simboli saliranno sul “lettino” dello Psicologo del Rock il 26 giugno. La simbolizzazione è uno strumento terapeutico importante, che permette alle persone di dare un significato alle proprie esperienze, elevandole. Così i personaggi di De Gregori incarnano il Viaggio dell’Eroe, e attraverso le sue canzoni ognuno di noi è chiamato a fare il suo percorso alla ricerca di se stesso. De Gregori ci insegna a sognare.

Il 28 giugno sarà invece la serata delle Ferite, la band di cui Romeo Lippi è fondatore, frontman e autore. Attraverso le sue canzoni, Lippi ripercorrerà il suo percorso individuale di uomo e di psicoterapeuta, tutto incentrato sull’idea di trasformare il dolore e gli eventi negativi in possibilità, risorsa, arte. Nei suoi brani, le vicende drammatiche della sua vita e di quella dei suoi pazienti, per condividere con il pubblico conoscenza ed emozione.

A Fabrizio De André, il cantautore che più di ogni altro ha saputo esplorare gli abissi dell’animo umano, sarà dedicato l’appuntamento del 29 giugno. Attraverso la sua musica e i suoi testi, saremo condotti in un viaggio che ci aiuterà a comprendere e accettare noi stessi e gli altri, in un perfetto equilibrio tra emotività e razionalità.

La serata del 30 giugno sarà invece dedicata a Vasco Rossi e la terapia del Qui e Ora. Sulle note e i testi del rocker di Zocca, scopriremo come vivere un’esistenza più emozionante, sincera, piena.

Il penultimo appuntamento dello Psicologo del Rock sul palco di Caffeina vedrà protagonisti i Baustelle e la psicologia dei giovani. La sera del 1 luglio, attraverso i versi intensi e visionari del gruppo toscano, Romeo Lippi e la sua band ci condurranno in un viaggio emozionale nelle patologie dei ragazzi e dei giovani adulti, nella loro drammatica ricerca d’identità anche attraverso comportamenti al limite.

L’ultima serata, infine, quella del 2 luglio, regalerà gli insegnamenti del cantautore filosofo Franco Battiato. Un appassionante percorso nella musica meditativa di questo artista, cogliendo le connessioni tra i suoi testi e la psicologia transpersonale di Jung, o la piramide dei bisogni umani di Maslow. Un viaggio in musica alla scoperta de “la cura” del Maestro ai mali della nostra società.
Tutti gli appuntamenti sono alle ore 23,00 a Piazza del Fosso (Viterbo).

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI