Litorale viterbese attive misure sicurezza primo soccorso

Nella settimana del Ferragosto il servizio di vigilanza e soccorso, espletato sul litorale viterbese dai soccorritori acquatici (SA) , è stato potenziato con una postazione attiva di personale specializzato nell’utilizzo di tecniche e attrezzature TAS (Topografia Applicata al Soccorso). L’attività è stata istituita allo scopo di supportare i soccorritori acquatici nell’individuazione dei punti di provenienza delle richieste di soccorso da parte di bagnanti o natanti in difficoltà. Sono state applicate, per la prima volta, alla ricerca e al soccorso in mare tecniche sinora impiegate per la ricerca di persone disperse sulla terraferma o durante le calamità (terremoti, alluvioni, ecc.). Gli operatori TAS, dotati di attrezzature radio ed informatiche all’avanguardia, riescono ad indirizzare i soccorritori, muniti di GPS, verso il punto esatto da cui proviene la richiesta di intervento,, grazie all’utilizzo di un software avanzato che consente di visualizzare in tempo reale la posizione e la direzione dei mezzi di soccorso. Il servizio di topografia applicata al soccorso, ospitato in locali messi a disposizione dall’amministrazione di Montalto di Castro, è garantito dalla convenzione stipulata il 16 luglio scorso dal Dipartimento dei Vigili del Fuoco, del Soccorso Pubblico e della Difesa Civile, rappresentato dal Prefetto di Viterbo, con l’Autorità Portuale di Civitavecchia ed i Comuni di Montalto di Castro e Tarquinia.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI