L’ispettore della Dia Giordano conquista gli studenti del Buratti

Pippo Giordano al Buratti

I ragazzi del Buratti e Cosa Nostra: un incontro ravvicinato grazie alla testimonianza dell’Ispettore della Dia a riposo Pippo Giordano, che venerdì mattina ha dialogato con gli studenti liceali portando la sua testimonianza, di una vita in prima linea nella lotta alla mafia, riuscendo così a catturare ed entusiasmare gli studenti del classico.

L’ispettore Giordano ha fatto parte, negli anni Ottanta, della Squadra Mobile di Palermo ed ha collaborato con Beppe Montana, Ninni Cassarà, Calogero Zucchetto. All’interno della Dia, a Roma, ha collaborato nella gestione dei collaboratori di giustizia, quali Buscetta, Contorno e, più recentemente, Mutolo, lavorando a stretto contatto con Giovanni Falcone e Paolo Borsellino.

I ragazzi del Buratti sono rimasti molto colpiti dalla narrazione di Pippo Giordano, soprattutto dalla tragica vicenda del piccolo Giuseppe Di Matteo, barbaramente ucciso per volere di Cosa Nostra. Alla fine del dibattito numerosi sono stati gli interventi di ragazzi ed insegnanti, vivamente interessati ed affascinati dalla figura dell’ispettore, dalla sua storia e dal suo modo carismatico di entrare in contatto con i giovani.
[pp_gallery gallery_id=”70935″ width=”600″ height=”450″]
COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI