Lirica:la Traviata al “Classica Summer 2015” di Bolsena

La Traviata, prodotta dal Teatro Null Officina culturale della Regione Lazio i porti della Teverina, arriva a Bolsena lunedì 27 luglio ore 21,30 in Piazza San Rocco nell’ambito della manifestazione “Classica Summer 2015”.
Si tratta di un’originale rivisitazione dell’opera verdiana messa in scena eliminando le scene elefantiache e riducendo il cast all’essenziale con la voce di un narratore che coinvolge il pubblico raccontando storie e aneddoti sull’opera. La grande forza emotiva di quest’opera completamente concentrata sull’amore, si basa proprio sulla negazione e la fragilità intrinseca di questo sentimento. Nella Traviata l’amore è sempre fuggevole, nel momento in cui viene affermato è già in pericolo, già minato alle fondamenta. Dall’inizio della storia d’amore si passa velocemente a una sua prima drammatica conclusione. Giorgio Germont, padre di Alfredo, incontrando Violetta fa leva sui suoi sensi di colpa, la costringe ad abbandonare suo figlio. La società è molto chiara al riguardo: chi osa unirsi pubblicamente a una donna come lei in una relazione seria e non come amante di una notte, avrà tutta la famiglia marchiata dal disonore, e Violetta queste cose le sa. Dirà quindi andando via, ad un Alfredo del tutto ignaro e incapace di comprendere, «Amami, Alfredo, quant’io t’amo. Addio». Queste parole esprimono appieno la felicità fugace e l’amore traumaticamente spezzato, nel momento in cui sembrava aver trovato il proprio coronamento. Da non perdere. Con l’orchestra I fiati dell’Alta Tuscia diretta dal Maestro Marco Taschini; Alberto Marucci nella parte di Alfredo Germont, e Seo Hyun Su nella parte di Violetta Valéry. La regia, la narrazione e il testo sono di Gianni Abbate.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI