Lina Ferri, un trentennio a far brillare una Stella ..a tre punte

In Italia sono un milione e 400 mila le attività fondate o guidate da donne. C’è chi imprenditrice lo è diventata per necessità, chi per l’ambizione di realizzarsi come donna e lavoratrice. Lei, Lina Ferri, lo è diventata “per discendenza”, ereditando l’attività di famiglia. Non era mai successo nella Tuscia che una donna occupasse un ruolo simile in un settore maschile come quello dell’auto.
Ha festeggiato i 25 anni di attività maturando l’idea di riprendersi in mano la sua vita. Lina Ferri passa il testimone della concessionaria Mercedes-Benz Viterbo alla Rossi spa, che assumerà l’incarico per operazioni di vendita. Un punto d’arrivo, che segna l’inizio di un nuovo punto di partenza, importante per un “cursus honorum” iniziato nel 1990, quando giovane moglie e mamma di due splendide fanciulle diede inizio alla sua attività professionale in concessionaria.
Nel 1990, appena quarantenne, si trova alla guida della concessionaria Star Auto, che rimarrà identificata per la spaziosità e l’ eleganza tale da farla somigliare ad un hotel esclusivo a 5 stelle.
Lina Ferri attraverserà quasi un trentennio di esperienza, segnato da vicende gloriose che hanno caratterizzato la gestione di un marchio indirizzato ad un segmento medio alto. Del resto l’origine di questa stella viene da una cartolina dove Gottlieb Daimler aveva disegnato una stella a 3 punte che rappresentava la capacità di utilizzo del suo motore per terra, aria e mare.
“Ho conosciuto il mondo dell’auto attraverso mio marito Anselmo Ferri quando aveva la rappresentanza del marchio Morris, allora di grande tendenza. Fu all’inizio degli anni ‘60 che grazie alle sue talentuose intuizioni diviene concessionario del marchio Mercedes Benz e nell’87 prende avvio la costruzione della sede ormai divenuta storica. Con la sua precoce scomparsa il mio compito è stato quello di dare continuità a questa impresa con l’ausilio delle nostre due figlie, Olga e Francesca, un impegno testimoniato dai risultati resi da una clientela definita in un alto grado di fedeltà.
La velocità del mercato, unito alla continua evoluzione delle linee di prodotto ha incrementato i volumi di vendita e gli anni 90 sono stati quelli che in una evoluzione del mercato dell’auto hanno attestato un incremento tale da indurre a rafforzare il servizio complementare del post vendita che rimane di prim’ordine.
Uno staff di collaboratori qualificati ha da sempre accompagnato il mio percorso lavorativo, ci sono persone quali Pietro Guarducci, Mauro Grazini, Angelo Lucentini, Alessandro Pieri, Valentino Cintio, Elisa Fumagalli, che oltre a tutto lo staff di meccanici e magazzinieri hanno costituito e costituiscono la forza e il patrimonio della Star Auto.
Nella operatività ho cercato sempre di dare visibilità alla Tuscia, le nostre presentazioni importanti hanno ricercato sempre le più belle location naturali del territorio, ricordo la nuova serie S presentata all’isola Bisentina una cornice esclusiva alla pari della vettura presentata.
Da alcuni anni siamo presenti a Caffeina Festival, perché di questo evento apprezzo il respiro culturale. Ma molto altro ancora è racchiuso nello scrigno di una esperienza che oggi mi vede uscire di scena, perché ritengo sia giunto il momento di recuperare il mio tempo, le cose che mi appartengono e che avevo trascurato, i miei luoghi, Soriano nel Cimino in cui sono nata e rimasta fino ai miei 25 anni, dove sono riposti i miei ricordi giovanili. Angoli e scenografie messe da parte che voglio ritrovare e custodire. Un recupero del tempo che mi vedrà finalmente libera di riprendere in mano la mia vita, di dedicarmi ai miei magnifici tre nipotini e soprattutto di lasciare spazio a una nuova generazione maggiormente pronta a gestire le nuove esigenze del mercato”.
Un cartello all’ingresso della sede sulla Cassia Nord recita “Coming.soon ..Rossi spa.”.ma alla guida del service sarà sempre una Ferri di nuova generazione, Olga, e per quanto la quota rosa sia ancora minoranza, prosegue dunque l’avanzata dell’altra metà del cielo” nella gestione aziendale. A garanzia di una continuità. (S.G.)

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI