LIFE/Zelda Elisco: un saluto dalla California

Today marks my third week back from Italia, the beautiful place I made my home for the last nine months. Upon returning to America, my quiet, small, beach side town seems to hold much more hope then it had before I left. My experiences and time spent away from my California has given me the new perspective I needed to find opportunity.
Every day when I wake up, I prepare a fresh machina di cafe for myself and my family. Before departing from Italy, I made sure to buy a supply of the best Italian coffee and an espresso brewer for my kitchen. Starting my day sipping Italian espresso, I ease into my mornings by enjoying my breakfast outside under the sun. When in Italy, I became accustomed to smaller versions of the classic American breakfast; eggs, bacon, and pancakes. However, now back at home, I have been exercising my cooking potential and creating elaborate and creative breakfast creations. Most mornings I enjoy pancakes and a California fruit smoothie, although I often miss the taste and habit of eating an Italian cappuccino and cornetto. I spend my afternoons walking along the Pacific Coast and gardening. During warm summer evenings, my family and I make a fire and enjoy American smores and Mexican beer.
Reverse culture shock has become a part of my daily routine once again. The first two weeks back in California were full of excitement, visiting with friends and family, and old places that seemed new again. Everything about my old life felt like I was experiencing it for the first time all over again. My favorite coastal drive has become all the more beautiful. Foods I have missed for an entire year, now seem like a privilege to eat. Although, the trees, sky, and birds seem unfamiliar, and greetings seem a bit colder without the friendly, “Ciao!”
I have become accustomed and determined to find the beauty around me here in California, however my heart yearns for Italy every day. I have kept the Italian slower paced life style about me, as I am determined not to give back into the rushed American day. The cobblestone streets, friendly faces, and delicious food are a few of the many characteristics that America lacks. What I would give for a Le Duchesse pizza or a fresh cappuccino from San Sisto Cafe… Better to think of how lucky I was to experience such a wonderful place and be in the company of such beautiful people- than to be sad that it is only a memory now. I look forward to the day when I return to Viterbo; skipping off the Porta Romana train and singing through the medieval piazzas with my suitcase flying behind me.

Traduzione:

“Ciao, ancora una volta, dalla California.
Oggi sono tre settimane da quando sono tornata dall’Italia, che è stata la mia casa negli ultimi nove mesi. Tornata in America, la mia piccola tranquilla città sul mare sembra potermi offrire molte più speranze che non prima della mia partenza. Le mie esperienze e il tempo trascorso lontano dalla California mi hanno dato la nuova prospettiva di cui avevo bisogno per trovare opportunità.
Ogni giorno, quando mi sveglio, preparo una macchinetta di caffè per me e la mia famiglia. Prima di partire dall’ Italia, ho comperato una fornitura del miglior caffè italiano e una macchina per l’espresso per la mia cucina. Iniziare la mattinata sorseggiando un caffè espresso italiano, godendo la mia colazione all’aperto sotto il sole mi fa affrontare la giornata con più leggerezza. In Italia ero abituata a colazioni molto più ridotte rispetto alla classica colazione americana (uova, bacon e frittelle).Tuttavia, ora che sono di nuovo a casa, mi diverto a mettere in pratica le mie conoscenze culinarie, ideando colazioni elaborate e creative. In California mangio in genere pancakes ed un frullato, ma ogni tanto mi manca il gusto e l’abitudine italiana di mangiare un cappuccino e cornetto.. Passo i miei pomeriggi facendo passeggiate lungo la costa del Pacifico e dedicandomi al giardinaggio. Durante le calde serate estive la mia famiglia ed io accendiamo un fuoco e gustiamo smores (*) e birra messicana.
Ancora una volta la mia routine quotidiana è stata rivoluzionata. Le prime due settimane dopo il rientro in California sono state piene di emozioni: ho ritrovato amici e parenti, rivisto luoghi antichi che sembravano nuovi, quasi vedessi per la prima volta ciò che mi era stato familiare da sempre. La strada costiera che amo così tanto è diventata ancora più bella. Gli alimenti che non ho mangiato per un anno intero, ora sembrano prelibate ghiottonerie. Tuttavia gli alberi, il cielo e gli uccelli sembrano non essere proprio così familiari e i saluti suonano un po’ più freddi, senza l’amichevole “Ciao!”
Sono assolutamente determinata a trovare la bellezza intorno a me qui in California, ma il mio cuore pensa all’ Italia ogni giorno. Ho mantenuto il lento stile di vita italiano e non intendo tornare ai ritmi febbrili delle giornate americane. Le strade di ciottoli, le facce amiche e il cibo delizioso sono alcune delle molte note distintive che in America mancano. Cosa darei per una pizza Le Duchesse o un cappuccino fresco al San Sisto Cafe … Meglio pensare a quanto sia stata fortunata a vivere in un posto meraviglioso e di essere stata in compagnia di così belle persone piuttosto che essere triste per ciò che, ora, è solo un ricordo. Non vedo l’ora di tornare a Viterbo, saltare dal treno a Porta Romana e cantare per le piazze medievali con la valigia in volo con me.

(*) tipico dolce americano con cioccolato, biscotti secchi, marshmellows e caramello

Se volete scrivermi e raccontarmi Viterbo e l’Italia potete farlo su questa mail: zlelisco.wixsite.com/cafesandcarbs

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI