Il Liceo Classico “Mariano Buratti” e l’Unitus insieme in nome dell’Europa

Il sessantesimo anniversario dei Trattati di Roma e della nascita della Comunità Economica Europea (CEE) ha richiamato l’attenzione della politica e della cultura sul rilancio dell’integrazione europea e sul ruolo dell’Europa nel mondo globale.

Al di là della dichiarazione sottoscritta dai Capi di Stato e di Governo dell’Unione Europa in Campidoglio il 25 marzo 2017, l’integrazione europea potrà riprendere slancio soltanto attraverso il coinvolgimento sempre più consapevole delle giovani generazioni, chiamate a costruire il proprio futuro nell’età della globalizzazione, dei mass-media e della rivoluzione informatica.

Partendo da tale considerazione e consolidando una collaborazione ormai pluriennale, il Liceo Classico «Mariano Buratti» e la Cattedra Jean Monnet dell’Università della Tuscia hanno voluto dar vita nell’anno scolastico in corso al laboratorio didattico «Fare/Rifare l’Europa attraverso la cultura. Ripensando l’eredità di Altiero Spinelli».

Fortemente sostenuto dalla dirigente scolastica Clara Vittori e dal titolare della Cattedra Monnet Maurizio Ridolfi, il laboratorio ha chiamato gli studenti del Liceo Classico a riscoprire la figura del leader federalista Altiero Spinelli, a ripercorrere le tappe principali del processo di integrazione, ad interrogarsi sulla funzione dell’Europa tra le due sponde del Mediterraneo.

Coordinato da Giovanni Marcoaldi per il Liceo Classico, da Sante Cruciani e Massimo Piermattei per il teaching staff della Cattedra Monnet, con la collaborazione di Raffaello Ares Doro ed Agnese Bertolotti, il laboratorio è stato caratterizzato da un approccio multidisciplinare ai linguaggi del cinema e della televisione ed ha guidato gli studenti verso la preparazione di elaborati multimediali sull’Europa e sul futuro dell’integrazione europea.

Il laboratorio si è concluso martedì 23 maggio presso l’aula magna del Liceo Classico “Mariano Buratti”, con la discussione degli elaborati e la consegna degli attestati di partecipazione, con il logo dell’Università della Tuscia, Dipartimento di «Economia e Impresa» (DEIM), Corso di Laurea in «Scienze politiche e delle relazioni internazionali» (SPRI), Cattedra Jean Monnet.

Hanno partecipato all’iniziativa i seguenti studenti delle classi quinte del Liceo Classico “Mariano Buratti” : Eleonora Santocchi, Filippo Rossi, Simone Romagnoli, Dajana Ndoja, Arianna Olivieri, Ilaria Firmani, Lorenzo Fortini, Flavia Palluca, Martina Ciardiello, Andrea Elisabeth Bigi, Annalisa Portoghesi, Matteo Birelli, Gianluca Ruscetta, Margherita Pantano,Chiara Procaccioli, Arianna Narduzzi, Arianna Meneschincheri, Gaia Tinarelli, Flaminia Parenti, Veronica Parsi, Marianna Pascuscci, Carola Burratti, Costanza Belella, Elisa Cioccolini, Federica Colopardi, Laura Cornici, Vanessa Izzi, Alessia Venanzoni.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI