“L’Eros nel Rinascimento”, al Convivio dell’Antico Borgo La Commenda

Appuntamento venerdì 25 settembre dalle ore 20,30 presso l’Antico Borgo La Commenda a Montefiascone).
L’esperto che allieterà i commensali sull’argomento “L’Eros nel Rinascimento”, sarà il professor Settimio La Porta, filosofo e nuovamente relatore in una serata dal “sapore piccante”.
Come lui stesso afferma: “L’età rinascimentale propone una visione diversa da quella medioevale che si traduce in un rapporto nuovo col cibo, con le bevande e col simposio, oltre ad un’arte che riscopre la bellezza del corpo umano e lo valorizza attraverso grandi artisti come Tiziano, Raffaello ed altri”.
Come è noto, Eros (per i greci, Cupido o Amore per i romani) era il dio che personificava l’amore carnale, il desiderio irrefrenabile, la passione e la voglia. Raffigurato il più delle volte come un bambino, il figlio di Venere e Vulcano era un dio molto discolo – una caratteristica spesso riscontrabile tra gli abitanti dell’Olimpo – il cui potere era quello di far innamorare o allontanare dall’amore chiunque colpisse con arco e frecce. Tante sono state le rappresentazioni di questa divinità e di tutto quello che ruotava, “umanamente parlando”, intorno ai suoi significati. A distanza di un millennio in cui l’avvento del Cristianesimo oscurò per ovvi motivi il politeismo delle civiltà classiche, gli artisti umanisti e rinascimentali riscoprirono il mondo letterario e figurativo degli dei, per cui anche Eros/Amore rientrò nelle figure mitologiche che interessarono maggiormente pittori e scultori del XV e XVI secolo e, contestualmente, letterati e filosofi dell’epoca. E’ noto che il Rinascimento riportò al centro dell’attenzione della cultura e dell’arte l’uomo: e questo non poteva esimersi dal coinvolgere anche il concetto di bellezza.
Una serata alla riscoperta di rappresentazioni, e valori dell’Eros secondo canoni e sentimenti, a cui il Prof. La Porta ci conduce in una serata in cui poi l’assaggio dei cibi proposti ne rafforza il significato.
Per informazioni e prenotazioni telefonare ai numeri: 0761.263767 – 373.7510399.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI