Leonardo Bonucci facchino onorario di Santa Rosa

La cerimonia si è svolta martedi 27 dicembre pomeriggio a Palazzo dei Priori alla presenza del calciatore bianconero, concittadino viterbese, difensore della nazionale italiana. Accanto a Bonucci, il sindaco Leonardo Michelini, il presidente del Sodalizio dei Facchini di Santa Rosa Massimo Mecarini e il capofacchino Sandro Rossi.
“Il tutto è stato deciso la vigilia di Natale, nel giro di poche ore, abbiamo concordato con il sindaco e l’assessore Barelli i dettagli di questa cerimonia rimasta riservata per volontà dirigenziali”. Ha affermato Massimo Mecarini. A Leonardo Bonucci il Sodalizio ha donato una targa con incisa la motivazione che ha portato al conferimento del titolo, la cravatta del Sodalizio con il logo dell’Unesco e la fascia rossa indossata dai facchini la sera del Trasporto- Il primo cittadino Michelini ha consegnato al campione bianconero il leone, simbolo della città di Viterbo. “Mi inorgoglisce molto. Viterbo la sento mia, più di chiunque altro. Rappresentarla nel mondo attraverso il calcio mi responsabilizza”.Queste le parole del nostro campione. Al tavolo con Leonardo Bonucci anche l’assessore al turismo e ai grandi eventi Giacomo Barelli e il consigliere delegato ai rapporti con il Sodalizio Maria Rita De Alexandris. Tra il pubblico anche Don Alfredo Cento, cappellano del Sodalizio, l’ideatore della Macchina di Santa Rosa, Gloria, Raffaele Ascenzi, il costruttore Vincenzo Fiorillo e i rappresentanti delle tre mini macchine”.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI