Led Zeppelin Night: omaggio agli innovatori del rock

led zeppelin

Da Ramble On a Stairway to Heaven…i Led Zeppelin rivivranno a Civita Castellana con “Led Zeppelin Night”, serata omaggio dedicata alla band che ha dominato la scena musicale negli anni ‘60 e ‘70. L’appuntamento è per venerdì 10 luglio alle 22 presso La Corte Falisca in via Cavacacciano 12 a Civita Castellana.

I Led Zeppelin sono stati un gruppo musicale britannico formato nel 1968, considerato tra i grandi innovatori del rock e tra i principali pionieri dell’hard rock. La loro musica, le cui radici affondano in generi diversi tra cui blues, rockabilly e folk, ha costituito una formula completamente inedita per l’epoca, finendo con l’influenzare in qualche modo tutti i gruppi rock del loro tempo e del futuro. Il gruppo, scioltosi nel 1980, anno della morte del batterista, fu composto per l’intero periodo della sua attività da Robert Plant voce e armonica, Jimmy Page chitarre, John Paul Jones basso e tastiere e John Bonham batteria e percussioni.

Il concerto ripercorrerà tutti i più grandi successi della band eseguiti dai NO Quartet Acoustic Tribute, l’unico tributo in Italia che rivisita in chiave acustica, ma allo stesso tempo grintosa e originalissima, tutti i grandi successi dei Led Zeppelin. Nati nel 2009, dapprima in trio col nome Zeppelin3, hanno eseguito più di centotrenta concerti a Roma e nel Lazio e sono stati ospiti nei set unplugged di RadioRock e Batterika. Grazie all’uso di strumenti particolari come il mandolino, il Bouzouki e la GuitArmanDrum i NO Quartet riescono a passare dalle classiche ballad come Tangerine, Going to California e Bron-Yr-Aur a brani più grintosi come The song remains the same, Immigrant song, The wantong song e l’immancabile Whole lotta love. I NO Quartet sono Luigi Tega al  basso elettrico e mandolino, Matteo Gabriele alle chitarre acustiche, Stefano Diamanti  voce e  Armando Guit Serafini al GuitArmanDrum e Bouzuki.

Possibilità di prenotazione cena. Per info e prenotazioni 392 0431534 – 333 4539679

LA LOCANDINA

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI