Le “Fregnacce” di Acquapendente nei ricordi di Silvana a Pavia

fregnacce

Ormai da un trentennio vivo con la mia famiglia a Pavia. Le fregnacce di Acquapendente sono un piatto tipico del carnevale della cittadina in cui sono nata. Una ricetta che mi congiunge ancora al luogo e me ne ispira i ricordi. Per anni vi sono tornata proprio nel periodo della festa soprattutto per godermi la sagra che venne creata sei anni dopo la mia partenza.

Quest’anno la Sagra delle Fregnacce, si svolge sabato 7  febbraio e sarà la 36° edizione. Il maiale e il carnevale d’altronde sono strettamente legati: la festa degli eccessi segnata dall’uccisione del maiale che ne indica l’inizio. Carne grassa, animale di cui si usa tutto. In questo caso lo zampetto  per fare un brodo.

Le “fregnacce”chiamate così  perché ritenute di scarso  valore; di fatto contengono molte calorie. Ad Acquapendente è questo il periodo del loro assaggio,  il Carnevale è nel vivo. La ricetta è molto semplice da eseguire: si parte dal brodo sgrassato, fatto con lo zampetto, la coda e l’orecchio del maiale; si aggiungono la farina per formare una “viuta” (impasto semiliquido) e, subito dopo, l’uovo, il pepe e il sale. Nella padella, unta con la cotica del prosciutto e lo strutto, si salta un pizzico d’impasto; ne risulta una specie di frittata da servire calda con uno spolvero di pecorino: se si preferisce  la versione dolce, togliete il pecorino e aggiungete zucchero e cannella. Io le adoro in entrambi i modi e spesso le gusto insieme ai miei amici pavesi. Buon assaggio a tutti e un saluto alla mia Acquapendente.

Ingredienti per il brodo:

2 zampetti di maiale

1 cipolla

1 costa di sedano

1 carota

Portate a bollore abbondante acqua con gli odori e gli zampetti e fate sobbollire, schiumando per togliere le impurità, per circa due ore.

Ingredienti per le fregnacce

300 g di farina

600 ml di brodo

50 ml di olio extra vergine di oliva

1 uovo

sale

pepe

burro o strutto per la padella parmigiano o pecorino grattugiati 

Appuntamento con la ricetta delle lettrici di TusciaUp  giovedi prossimo.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI