Le Fragranti Delizie di Ilaria Barbaro, dolci di casa portati nelle vostre case

Donatella Agostini

Immaginate una delizia per i sensi, come può essere una pastiera napoletana: grano morbido, soffice ricotta di pecora, profumo di cedro e di acqua d’arancio. Una delizia che parla di Napoli e di italianità, di semplici tradizioni familiari, come i dolci di casa che ci preparavano un tempo le nonne e le mamme. Piccoli capolavori per il palato, che tornano sulle nostre tavole grazie alle sapienti mani di Ilaria Barbaro, romana trapiantata nel Viterbese. Realizzati con la passione e l’entusiasmo di chi sta portando avanti un’antica e amata tradizione familiare. Nel suo piccolo e moderno laboratorio alle porte di Vitorchiano Ilaria sforna pastiere, crostate, torte di mele e cannella, ciambelle alla vaniglia, treccine al miele, e non solo. “Mi faccio ispirare dal momento e dalla stagione: per Natale ho preparato una torta allo zenzero con composta di lamponi. E i biscotti alla lavanda, con i fiori che raccolgo nel mio giardino. Attingo dalla nostra tradizione italiana: da nord a sud la scelta dei dolci tradizionali è ampia. Produco anche il pane, con il procedimento antico che richiede due giorni di lievitazione”. Ilaria Barbaro è una donna che ha saputo reinventarsi, ed è andata dove l’hanno portata il cuore e la passione per la pasticceria, un’arte che ha radici lontane nel passato della sua famiglia. “I miei nonni paterni erano originari di Napoli, e nel dopoguerra si erano trasferiti a Roma, dove avevano aperto una pasticceria tipica napoletana, in zona piazza Navona. La pasticceria era diventata famosa, e ai suoi tempi era stata frequentata anche Totò, Eduardo De Filippo ed altri personaggi famosi dell’epoca. Io ero una liceale che appena poteva, scappava dai libri e andava a lavorare nella pasticceria di famiglia, ad immergermi tra i sapori, i profumi e le tradizioni del Sud. Sono cresciuta tra le pastiere e i casatielli, con i romani che venivano a comprare le pastarelle la domenica. Poi la mia vita personale e professionale ha preso un percorso del tutto diverso”, racconta Ilaria. Sei anni fa si è trasferita nella Tuscia, adeguandosi ai ritmi più tranquilli della provincia. La vita fa strani giri, e spesso riporta le persone al punto di partenza. L’anno scorso, in un momento di stallo lavorativo, Ilaria ha deciso di rimettersi in gioco, e di crearsi un lavoro su misura per lei. “Quello per cui ti chiuderesti nel tuo laboratorio dalla mattina alla sera, facendo quello che ti rende felice. Ho deciso di puntare su di me e di tornare alla mia grande passione, la pasticceria, che negli anni non avevo mai abbandonato”. Ilaria è diventata imprenditrice di se stessa, aprendo una microimpresa alimentare, un’attività recentemente prevista dalla legge, che autorizza la commercializzazione di alimenti preparati in casa. “Ho trovato questa soluzione che mi permette di conciliare casa, famiglia e lavoro. Tramite un’associazione che opera nel nord Italia, ho ricevuto tutta la consulenza necessaria ed eccomi qui. Sono la terza microimpresa domestica del Lazio, e la ventiseiesima in Italia. Ho predisposto una stanza della mia abitazione a laboratorio, e l’ho fornito di tutte le attrezzature più moderne. La mattina mi sveglio carica di entusiasmo e di voglia di creare nuovi sapori”. Sapori realizzati utilizzando il più possibile ingredienti a km 0, latte, uova, yogurt, reperiti freschissimi presso fornitori locali. “Cerco di differenziarmi il più possibile dalla pasticceria industriale e di arrivare a chi ama la genuinità dei prodotti casalinghi, proprio a partire dagli ingredienti di base”. Ilaria fa conoscere i suoi prodotti su Internet, e attraverso i social più popolari, dove posta foto e listini delle sue realizzazioni. “Produco su ordinazione: una volta pronti, i prodotti vengono immediatamente confezionati, etichettati con le diciture di legge e spediti tramite corriere”, spiega Ilaria. “Anche se ho iniziato da poco, ho già numerose ordinazioni. E ho tante idee per i prossimi mesi”. In un periodo di difficoltà come l’attuale, Ilaria Barbaro è un esempio di come una passione possa concretizzarsi in possibilità lavorativa, gestendo tempi e spazi nella più assoluta autonomia. “Ci ho creduto, ci ho sperato, ho tenuto duro e ci sono riuscita, anche grazie al sostegno della mia famiglia. Le mie figlie e il mio compagno amano trovare la biscottiera sempre piena. Assaggiano per primi le mie nuove creazioni. E sono i miei giudici più severi!”.
www.fragrantidelizie.it
www.facebook.com/fragrantideliziediilaria

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI