Le donne in Etruria: progetto didattico sulle donne etrusche

Le donne in Etruria. Etrusche e greche: il confronto. Verrà illustrato sabato 15 ottobre alle 11 nella sala Regia di Palazzo dei Priori, il progetto didattico, storico archeologico dedicato alle donne etrusche nella società, portato avanti nell’anno 2015/2016, nell’ambito del POF, da studenti provenienti da diverse città italiane e coordinato da Tiziana Giusy Romeo, docente magistrale, storico dell’arte e operatore didattico dei Beni Culturali Archeologici e Storico-artistici. A fare gli onori di casa sarà il vice sindaco Luisa Ciambella, coordinatrice del progetto Experience Etruria e promotrice di iniziative riguardanti il Distretto turistico e culturale dell’Etruria Meridionale. “Questo progetto – ha spiegato la docente Romeo – nasce dal desiderio di mettere a fuoco personaggi illustri femminili, delucidandone non solo usi e costumi, abbigliamento e moda, cosmesi e cucina, ma soprattutto per chiarire il ruolo che le donne etrusche occuparono nella collettività, sotto l’aspetto storico, sociologico, religioso e antropologico, confrontandolo con la realtà ellenica e romana. Il tutto partendo da un’analisi comparata delle fonti bibliografiche e archeologiche. Questo studio ha visto in prima linea gli studenti, protagonisti assoluti del percorso formativo. Un percorso interattivo portato avanti al di fuori delle aule, attraverso l’ausilio dei cinque sensi. Preziosa è stata la collaborazione di studiosi, ricercatori e cultori della materia. Oggi siamo orgogliosi di presentare quanto raccolto direttamente sul campo, attraverso l’osservazione, la percezione, l’ascolto. E il fare”. “Un lavoro davvero prezioso quello portato avanti dagli istituti scolastici – ha aggiunto il vice sindaco Ciambella -: per questo ringrazio i ragazzi del liceo classico Gorgia e del liceo scientifico E. Vittorini, di Lentini (Siracusa), del liceo classico Palazzolo Acreide (Siracusa), dell’istituto professionale Servizi Alberghieri e ristorazione A. Farnese di Caprarola e del liceo artistico L. Paciolo di Anguillara (Roma). Istituti scolastici differenti come indirizzo e formazione e soprattutto appartenenti a realtà territoriali molto diverse tra loro. Mi congratulo con la coordinatrice del progetto didattico Tiziana Giusy Romeo per l’originale percorso seguito. Lezioni interattive, confronti, dibattiti, analisi delle fonti e soprattutto visite ed escursioni guidate sui luoghi oggetto della ricerca. Con molto piacere ho appreso delle vostre visite nella città di Viterbo, i ragazzi hanno conosciuto da vicino il Museo nazionale archeologico, il teatro romano di Ferento, le tombe rupestri di Castel d’Asso e Norchia e tanti altri luoghi. La vostra ricerca, portata avanti attraverso l’analisi e l’interpretazione di fonti scritte e iconografiche e volta a delineare la personalità della donna etrusca e della donna ellenica, ha portato alla pubblicazione di un prezioso e originale volume. Siamo onorati di presentarlo a Palazzo dei Priori”. Il volume sarà pubblicato dalla casa editrice Alter Ego.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI