Le “Chiacchiere” semplici di Nonna Gemma

chiacchiere

E’ il dolce che per tutti noi nipoti segnava l’arrivo del carnevale. Nonna Gemma che ora purtroppo non c’è più, si presentava a casa nostra il giovedi grasso con il suo grande vassoio colmo di quelle che per lei erano chiacchiere e per tutti noi erano invece leggerissime frappe. Tutta una mattinata trascorsa a prepararle con il rito di una frittura leggera. Negli anni della nostra fanciullezza è rimasto il dolce che  rendeva piena la festa in maschera di noi nipoti e di tutti gli amichetti che avevamo invitato. Mia mamma Maura ne ha trascritto la ricetta, molto semplice da eseguire.  Chiacchiere, frappe, cenci: la ricetta a mio parere è sempre la stessa, cambia solo il nome! Eccola qua, dopo mia madre ci ho provato pure io e devo dire che pur essendo la riuscita ottima, le Chiacchiere di nonna Gemma avevano un sapore speciale, che oggi ha il significato del sapore dei ricordi.

LA RICETTA Difficoltà: Media Cottura: 4 minuti
                          Preparazione: 20 minuti + 20 minuti riposo in frigo

Ingredienti:     500 gr di farina- 3 uova – 50 gr di burro

                        – 50 gr di zucchero olio di arachidi  – 1 limone

Preparazione:
Passare al setaccio la farina, mettetela in una scodella molto ampia: se le volete  leggere e con molte bolle aggiungete anche una bustina di lievito. Unite due uova intere e un tuorlo e lavorate l’impasto: uniteci  il burro, continuando a impastare. Versate nella scodella lo zucchero, la buccia del limone grattugiata. Quando l’impasto sarà ben modellato dategli la forma di una palla e avvolgetelo nella pellicola: riponetelo in frigo  lasciandolo a riposo per una ventina di minuti. Estraete l’impasto: ritagliatene delle porzioni più piccole e stendete. Dovrete ottenere delle sfoglie  sottili ed essendo un impasto abbastanza elastico stendete con il mattarello. Le sfoglie dovranno avere uno spessore di circa un millimetro e mezzo: dategli una forma allungata. Con il rullino ritagliate quindi dei rettangoli e fate due taglietti al centro di ciascun quadrato. Quando avrete finito di stendere tutte le chiacchiere, cominciate a scaldare l’olio in una pentola ampia: quando l’olio avrà raggiunto la temperatura di circa 170 gradi, immergete i primi rettangoli di pasta. Lasciate friggere le chiacchiere per circa 4 minuti, fino a quando non avranno assunto una colorazione dorata. Quindi scolatele e adagiatele su un foglio di carta assorbente: resistete qualche secondo prima di addentarle e cospargetele con zucchero a velo.

Oggi giovedì grasso, mai giorno fu appropriato per provarla! Buon carnevale da Chiara ai lettori di TusciaUp.

.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI