Larvicidi contro piccioni e zanzare: appello al Comune

zanzara

Nell’ambito del Piano di Igiene Urbana per l’anno 2015 molti Comuni stanno per dare inizio agli interventi di prevenzione che il programma di ogni amministrazione prevede, con l’attuazione di un maggior numero di trattamenti larvicidi con l’obiettivo di ridurre gli interventi adulticidi, da eseguire nelle aree sensibili e maggiormente a rischio a partire dal mese di maggio.

Il trattamento antilarvale, non richiede particolari attenzioni alla cittadinanza,viene effettuato attraverso la collocazione di pastiglie larvicide nelle caditoie stradali, nei tombini, nelle bocche di lupo, nei grigliati di piazzali e parcheggi, su aree verdi ed in ogni altro sito pubblico idoneo alla deposizione delle uova esistente nel territorio ,circoscrizioni, frazioni comprese.

Il trattamento deve essere indirizzato a tutelare la salute dei cittadini da ogni possibile conseguenza derivante dall’infestazione delle zanzare , in particolare della zanzara tigre.

Per il trattamenti antipiccione,la presenza invasiva dei piccioni è già visibile nelle vie del centro storico di Viterbo e può costituire un elemento di pericolo per la salute pubblica, oltre che un rischio per la tutela del patrimonio immobiliare ed artistico in genere. E’ doveroso per il Comune di Viterbo attuare una serie di interventi diversificati in funzione delle distinte tipologia di approccio a questo fenomeno.con competenza e professionalità nel più rigoroso rispetto dell’ambiente e dell’animale. Si auspica che anche quest’anno come già avvenuto lo scorso anno l’amministrazione comunale di Viterbo attraverso la presa in carico del problema da parte dell’Assessore Alvaro Ricci ripeta il trattamento che renderà la città più vivibile.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI