L’armonia del jazz e la storia della cantina del conte Vaselli al Museo del Vino

Luciano Pasquini

Due gli eventi che si sono tenuti a Castiglione in Teverina in occasione dell’ultimo giorno della 6° edizione di Tuscia in Jazz Festival (dal 23 al 29 Luglio ).

Muvis Night in Jazz si è rivelata  sicuramente una formula vincente. L’evento voluto fortemente voluta dal Sindaco Mirco Luzi  e dal  suo Vice Simona  Moretti  nella serata di chiusura di sabato 29 luglio ha sposato l’armonia musicale e l’improvvisazione jazz ai racconti di Antonello Ricci e Pietro Benedetti , quelli della  Banda del racconto, tenuti appunto all’interno del “Muvis” Museo del vino. Tuscia in Jazz Festival ha fatto presa a Castiglione in Teverina al pari di una vite di Grechetto o Malvasia e sta dando ottimi vini.

La serata si è aperta con i ragazzi della scuola del jazz, ed è  proseguita in Blues, fratello maggiore del Jazz, con la voce unica, potente, ricca di sfumature di Sara Jane Olog accompagnata da un grande chitarrista: Luca Casagrande ai quali in alcuni brani si è unita la tromba di Aldo Bassi che ha regalato splendide sonorità alla già  talentuosa serata.

All’interno del Muvis la super collaudata Banda  del Racconto con  Antonello Ricci e Pietro Benedetti si  è messa alla prova in un itinerario basato sull’improvvisazione e nel racconto della storia della cantina voluta dal Conte Vaselli che negli anni settanta, divenne famosa in tutto il mondo per l’eccellenza dei sui vini.Il racconto ha  vista coinvolta la signora Valentina che da giovane ha prestato lavoro all’interno di quella cantina, la quale ha ricordato di come al lavoro allora si sentissero una grande famiglia,.Un datore di lavoro il conte Vaselli attento alle esigenze delle donne , che con il lavoro assegnato loro Castiglione ne ha contribuito  all’ emancipazione.Uno spaccato  di un periodo splendidamente raccontato nel libro “Le  donne della fattoria” di Flavia Braconi e Simona Soprano, reso possibile attraverso un modo nuovo di far vivere il museo. Pietro Benedetti, un attore di grande inclinazione na ha  fatto  rivivere i personaggi della Tuscia  da  cantore dell’ottava rima. Tuscia in Jazz festival  non si ferma e prosegue il suo  giro con prossima tappa Bagnoregio. Mentre Castiglione è pronta per l’ apertura della Fiera del Vino dal 2 agosto a 6 agosto .

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI