L’Alleanza dei neri: con Slow Food nella Tuscia

nero

La Condotta Slow Food Viterbo promuove nella Tuscia da domenica 21 a domenica 28 febbraio l’iniziativa  L’Alleanza dei neri”, dedicata al maiale nero.

Si tratta di un prodotto dalle carni prelibate e ricercate, già inserito nell’Arca del Gusto, per le quali alcune Condotte Slow Food presenti nella regione Lazio si stanno attivando per valorizzarne le peculiarità e stimolare la produzione delle razze autoctone in via di estinzione.

La manifestazione vede il coinvolgimento complessivo di 16 ristoranti del Lazio presenti nella Guida Osterie d’Italia Slow Food, tra cui cinque della Tuscia dove i cuochi hanno previsto nei loro menu per tutta la settimana alcune specialità, ponendo come protagonista le carni di maiale nero. Successivamente sarà organizzato un incontro nella provincia di Viterbo con i produttori allo scopo di verificare la possibilità, anche nel nostro territorio, di stimolare la produzione.

L’iniziativa è organizzata grazie alla collaborazione delle Condotte Slow Food Terre del Cesanese, Roma, Frosinone e Viterbo.

Questi i piatti che saranno serviti per tutta la settimana dal 21 al 28 febbraio 2016 nelle Osterie Slow Food della provincia di Viterbo che hanno aderito all’iniziativa utilizzando il maiale nero:

Il Calice e la Stella (Canepina), Medaglioni di filetto di maiale nero alla Canapa Sativa; Medaglioni di filetto di maiale nero ai Porcini e Castagne dei Cimini.

Il Vicoletto 1563 (Vignanello), Millefoglie croccante di pamparito con insalata di cicoria al battuto di alici di Menaica (presidio Slow Food) e porchetta di pancia di maiale nero; Fagottini dal cuore di battuto di maiale nero e pomodorini del Piennolo del Vesuvio (presidio Slow Food), mantecati al parmigiano; Brasato di maiale nero al Greco di vignanello, su crema di cicerchie de Serra de Conti (presidio Slow Food), servito con broccoletti stufati all’aglio e peperoncino.

Il Casaletto (Grotte S. Stefano), Lombrichelli al ragu di maiale nero; Arrosto di coscia di maiale nero al Sangiovese.

Al Vecchio Orologio (Viterbo), Gricia ai carciofi e guanciale; Filetto di maialino miele peperoncino e arancia; porchettina di maiale nero alla birra rossa Bai.

I Giardini di Ararat (Bagnaia), Lombo farcito ai lamponi dei Monti Cimini con riduzione di Botunì e chips di pecorino; Ravioloni ripieni di maiale nero allo stato brado con sentori di bosco e sottobosco, burro e parmigiano.

Inoltre domenica 28 febbraio, sempre a I Giardini di Ararat, “Agrituscia burger in black” dove il maiale nero sarà il protagonista assoluto: Black burger con maiale nero burger, salsa alla liquirizia e pane nero; Costarelle da passeggio cotte a bassa temperatura con salsa piccante; Cheese burger, classico con burger di maiale nero.

Per informazioni sull’iniziativa e Slow Food Viterbo: tel. 331.9031439 – 335.318537 –335.7571420 / mail: viterboslowfood@gmail.com

Facebook Slow Food Viterbo: www.facebook.com/slowfood.condottadiviterbo

IL CALICE E LA STELLA

Piazza Garibaldi 9 –Canepina (VT) / Tel. 328.9024761 – 329.4394981 / www.selvacimina.it

IL VICOLETTO 1563

P.zza della Repubblica 18/19 – Vignanello (VT) / Tel. 339.5829713 – 0761.754073 / www.ilvicoletto1563.it

IL CASALETTO

Strada Grottana, 9 – Grotte S. Stefano-Viterbo / tel. 0761.367077 – 338.9760016 /www.ilcasaletto.it

AL VECCHIO OROLOGIO

Via Orologio Vecchio 25 – Viterbo / Tel. 335.337754 / www.alvecchioorologio.it/

I GIARDINI DI ARARAT

Strada Romana 30, Bagnaia-Viterbo – Tel. 0761.289934 -328.6484484 / www.igiardinidiararat.com

CLICCA QUI LA LOCANDINA

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI