Laboratorio di scrittura: un nuovo romanzo in stampa

io e te sonnambuli in un bicchiere

Riuniti nell’aula A della sede di Santa Maria in Gradi dell’Università della Tuscia, un pugno di ragazzi con la passione per la scrittura dà vita al romanzo breve “Io e te, palombari in un bicchiere” che verrà presentato il 2 luglio, alle 19, presso la sala conferenze della provincia di Viterbo, all’interno della manifestazione Caffeina

E’ il secondo anno che l’università della Tuscia, grazie al Dipartimento DISUCOM offre la possibilità ai ragazzi di cimentarsi con il piacere della scrittura. Il laboratorio è stato affidato alla dottoressa Rossella Cravero, giornalista professionista e direttore della testata online TusciaUP. Grazie alla disponibilità della Casa editrice Settecittà è stato possibile pubblicare il lavoro dei ragazzi e trasformarlo in un vero e proprio libro.

Il Laboratorio  ha visto i ragazzi prendere confidenza con le regole base della scrittura per poi creare personaggi e situazioni ambientate proprio a Viterbo. Protagonista del romanzo è Maria, insegnante di liceo e figlia di Francesco, anche lui un tempo insegnante ormai malato di Alzheimer e affidato alle cure di una casa di riposo. La vita di Maria sembra divisa in due tra la scuola, che la vede come insegnante paziente e attenta ai bisogni dei suoi ragazzi, e la casa dove le cose con il marito Luigi non sembrano andare altrettanto bene.
La sua storia si intreccia nel romanzo a quella di altri personaggi, e segue il flusso dei pensieri di Francesco in cammino verso un nuovo inizio.

L’anno scorso il Laboratorio di scrittura Disucom aveva prodotto Quella notte Dante ci tradì

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI