Laboratorio di restauro di Viterbo. Rischio chiusura.

laboratorio restauro

Da oltre trenta anni, il Laboratorio di restauro della Provincia di Viterbo, ha restaurato più di 2000 opere d’arte, tra dipinti, ceramiche, disegni, libri e incisioni, ridando ad esse una comprensibilità fisica e di contenuto. ogni opera poi è stata legata ad un contesto culturale, storico e documentale.

L’assessore alla cultura della Provincia di Viterbo, Giuseppe Fraticelli, qualche giorno fa ai microfoni del Tg3, ha lanciato un grido di allarme, affermando che il Laboratorio di restauro della provincia,potrebbe essere a rischio chiusura. Dal 1 Gennaio 2015, infatti, in virtù della legge di riordino degli enti locali, che ha svuotato di competenze le provincie italiane, la gestione del Laborattorio passerà nelle mani della Regione Lazio.  Ciò non dovrebbe preoccupare, se la Regione Lazio, come altre regioni,non avesse dichiarato di non esser pronta a prendere in carico le nuove competenze assegnate loro. Il Laboratio, si troverà così a vivere, in una sorta di situazione di stallo.

Oltretutto, dalla Regione non sono giunti fondi di stanziamento per finanziarne l’attività, nonostante la normativa; esso quindi potrebbe rischiare di chiudere in pochi mesi.

L’assessore alla Cultura, Giuseppe Fraticelli: <<La riforma è stata approvata ed attuata senza tenere minimamente conto dei pesanti impatti che la sua entrata in vigore avrebbe provocato sul territorio e la vicenda del Laboratorio sta a dimostrarlo insieme a tante altre>>

Assieme al Presidente Marcello Meroi, si è provveduto a stanziare alcuni fondi per il Laboratorio, finchè la Regione non si deciderà a prendere nelle sue mani la questione.

La Tuscia, non può perdere un polo culturale di tante importanza.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI