La Viterbese trafigge il Como e si riaffaccia in zona play-off

Viterbese (4-4-2): Iannarilli, Pacciardi, Scardala, Mununga, Cuffa, Belcastro (dal 60° Cruciani), Bernardo (dall’88° Diop), Neglia, Marano (dal 46° Cenciarelli), Varutti, Celiento. In panchina: Pini, Mallus, Cruciani, Invernizzi, Diop, Fè, Cenciarelli, Ansini, Mazzolli. Allenatore: Dino Pagliari.
Como (3-5-2): Zanotti, Briganti, Antezza, Pessina, Chinellato, Di Quinzio (dal 54° Le Noci), Bertani (dal 73° Mutton), Ambrosini (dal 54° Cristiani), Fietta, Marconi, Sperotto. In panchina: Rubinho, Mutton, Scaglione, Le Noci, Cristiani, Cortesi, Piacentini, Peverelli, Damian. Allenatore: Fabio Gallo.
Arbitro: Marco Guarnieri di Empoli.
Reti: 15° Chinellato (Co), 19° Belcastro (Vt), 50° Bernardo (Vt), 77° Neglia (Vt), 81° Cristiani.

La Viterbese corona la fase di andata del campionato di Lega Pro (girone A) con una vittoria cruciale a scapito del Como, battuto oggi allo stadio Enrico Rocchi per 3 a 2. Una vittoria conquistata con carattere dai gialloblù, bravi a non scomporsi dopo essere finiti momentaneamente in svantaggio e a cercare subito con fermezza di ribaltare il risultato.
La partita inizia e durante il primo quarto d’ora di gioco le due squadre si studiano, chiudendosi bene in difesa e lasciando pochi spazi agli avversari. Infatti, l’unico tiro in porta dei gialloblù nasce da un’azione dal calcio d’angolo, con un cross per Cuffa, che di esterno destro prova a mettere alla prova i riflessi di Zanotti, ma il portiere lariano blocca senza problemi. Proprio al 15° minuto però, dalle retrovie ospiti parte un lancio lungo per Chinellato, che scatta sul filo del fuorigioco, ipnotizza la difesa laziale e beffa Iannarilli, siglando lo 0 a 1. I padroni di casa non si lasciano demoralizzare e inseguono immediatamente il pareggio. Al 19° minuto arriva l’occasione giusta: Neglia crossa verso il palo più lontano e Belcastro di testa trova l’angolino che vale l’1 a 1. Nella seconda metà del primo tempo i ritmi restano vibranti, soprattutto a centrocampo, anche se entrambe le formazioni non riescono a costruire granché in fase offensiva. E così si rientra negli spogliatoi in perfetta parità.
Alla ripresa, la Viterbese scende in campo con il piede di guerra e dopo appena 5 minuti, Neglia fa scoccare un assist perfetto per Bernardo, che da dentro l’area si aggiusta bene la palla e trasforma la rete del 2 a 1. Il Como prova a spingere, ma Iannarilli ha vita facile, ben protetto da Scardala e compagni. Al 76° minuto i laziali tornano a farsi pericolosi con un cross di Cuffa, che imbecca bene Bernardo in area, ma il giocatore di testa trova la risposta di Zanotti, che devia in corner. Appuntamento rimandato di poco, perché nell’azione seguente Mununga fa partire un passaggio lunghissimo per Neglia, che si trova solo davanti al portiere avversario e al 77° minuto di potenza lo batte, realizzando il gol del 3 a 1. Il team lombardo non ci sta e all’81° minuto, grazie anche a una dormita generale della difesa gialloblù, accorcia le distanze con Cristiani, che si ritrova a tu per tu con Iannarili e senza alcuna esitazione segna il 3 a 2. I padroni di casa chiudono in avanti, spegnendo definitivamente le ambizioni di rimonta degli avversari, che escono sconfitti dal Rocchi.
Un successo che va al di là di ogni più rosea aspettativa per gli uomini allenati da mister Pagliari, che lievitano a quota 27 in classifica, riagganciando di nuovo la zona play-off. Una posizione confortevole, da cui poter pianificare con fiducia la prossima durissima trasferta, prevista per venerdì 23 dicembre alle 16.30 nella tana della Cremonese, seconda forza del torneo, dotata di un attacco micidiale.

(Foto di Antonio Frosolini)

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI