La Viterbese tiene a freno la capolista Alessandria

Viterbese (3-4-3): Iannarilli, Pacciardi, Falcone (dal 90+2 Paolelli), Neglia, Miceli, Pandolfi, Cardore (dal 71° Cenciarelli), Sandomenico (dal 55° Jefferson), Varutti, Doninelli, Celiento. In panchina: Pini, Dierna, Tortolano, Micheli, Paolelli, Jallow, Cenciarelli, Jefferson, Battista. Allenatore: Rosolino Puccica.

Alessandria (4-4-2): Vannucchi, Celjak, Cazzola, Rosso (dal 68° Iocolano), Nicco (dall’81° Marras), Sestu (dal 29° Gonzalez), Sosa, Barlocco, Gozzi, Branca, Bocalon. In panchina: La Gorga, Manfrin, Mezavilla, Piana, Iocolano, Fischnaller, Marras, Gonzalez, Evachuo, Lopergolo.
Allenatore: Piero Braglia.

Arbitro: Luigi Pillitteri di Palermo.

Reti: 54° Rosso (A), 79° Jefferson (V).

Nel trentacinquesimo turno di Lega Pro (girone A), la Viterbese è tornata a giocare allo stadio Enrico Rocchi, dove ha strappato un pareggio fondamentale (1-1) nel durissimo scontro con l’Alessandria, formazione fino a questo momento saldamente al comando della classifica con un bottino di 71 punti e fra le più accreditate a conquistare la promozione diretta in serie B al termine della stagione regolare.
La partita inizia e i padroni di casa si rendono pericolosi già dal 2° minuto con una cavalcata di Neglia sulla fascia destra, culminata con un ottimo spunto per Falcone che arriva in area, si coordina bene e calcia, ma Vannucchi respinge con prontezza. Al 12° minuto i gialloblù possono sfruttare un calcio d’angolo con Sandomenico, che mira direttamente in porta verso il secondo palo e il numero 1 piemontese ci arriva con una mano. Al 16° minuto l’attaccante partenopeo ci riprova da un calcio di punizione da buona posizione, ma la palla finisce alta sopra la traversa. Gli ospiti, dopo un avvio piuttosto lento, provano a farsi vedere in avanti e al 18° minuto Rosso prova a sorprendere Iannarilli con un colpo di testa, che però finisce fuori d’un soffio. Al 30° minuto, si registra un’occasionissima per l’Alessandria con un passaggio lunghissimo per il neo entrato Gonzalez, che temporeggia pensando di essere in fuorigioco e tira senza convinzione. Al 42° minuto la Viterbese batte un corner dalla sinistra, la palla arriva a Pacciardi, che però spara altissimo. Dopodiché, l’arbitro manda le due squadre a riposo negli spogliatoi sul punteggio di 0-0, con una Viterbese apparsa più sicura in campo rispetto alla capolista, preoccupata di difendere il primato in classifica dall’avanzata della Cremonese.
Alla ripresa, l’Alessandria cambia marcia, spingendo con insistenza in avanti e al 49° minuto, con un ottimo tocco, Gonzalez serve in area Bocalon, che colpisce la traversa e poi la palla viene spazzata via da Celiento. Al 54° minuto, Gonzalez prende l’iniziativa sulla fascia destra e crossa verso il secondo palo, dove si fa trovare pronto Rosso, che approfittando di una dormita generale della difesa laziale insacca la rete dello 0-1. Al 75° minuto, Pacciardi perde palla in difesa, la intercetta Gonzalez, che mette al centro per Bocalon, il quale a ridosso della porta tira, trovando la risposta provvidenziale di Iannarilli. Al 79° minuto, Neglia riceve palla al limite dell’area, fa filtrare di testa per Jefferson, che di sinistro tira a fil di palo, siglando il gol dell’1-1. Ultimi 10 minuti incandescenti al Rocchi, con l’Alessandria lanciata alla ricerca del vantaggio e la Viterbese estremamente cauta in difesa per proteggere un pareggio fondamentale per la corsa ai play-off. All’89° minuto, i padroni di casa sfiorano il raddoppio con un calcio piazzato calibrato da Falcone verso la porta, la sfera lambisce il palo e si spegne sul fondo. Il match non regala più emozioni e il triplice fischio del direttore di gara sancisce il risultato finale di parità. Un punto prezioso per il team allenato da mister Puccica, che sale a quota 52 in graduatoria, tenendo stretto il settimo posto che garantisce un comodo accesso ai play-off. Una posizione agevole per pianificare la prossima trasferta, in programma per sabato 22 aprile a Siena, contro un’avversaria ancora a caccia di punti per garantirsi la salvezza diretta.

(Foto di Antonio Frosolini)

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI