La Viterbese regala la vittoria al Siena e deve continuare la corsa verso i play-off

Siena (4-3-3): Moschin, Panariello, Rondanini (dal 64° Stankevicius), Guerri, Marotta, Bunino (dal 60° Jawo), D’Ambrosio, Iachipino, Saric (dal 70° Steffè), Vassallo, Ciurria. In panchina: Di Stasio, Ivanov, Romagnoli, Ghinassi, Steffè, Bordi, Stankevicius, Grillo, Jawo, Secondo. Allenatore: Cristiano Scazzola.
Viterbese (3-4-3): Pini, Pacciardi, Falcone (dal 66° Cruciani), Jefferson (dal 76° Jallow), Neglia, Miceli, Pandolfi, Cardore (dal 58° Cenciarelli), Varutti, Doninelli, Celiento. In panchina: Micheli, Cruciani, Dierna, Tortolano, Paolelli, Jallow, Cenciarelli, Battista. Allenatore: Rosolino Puccica.
Arbitro: Vittorio Di Gioia di Nola.
Reti: 9° Ciurria (S), 34° Jefferson (V), 46° Neglia (V), 73° Jawo (S), 81° Marotta (S).

Nella trentaseiesima giornata di Lega Pro (girone A), la Viterbese ha fatto scalo allo stadio “Artemio Franchi”, dove ha subito una clamorosa sconfitta per 3-2 per mano del Siena, formazione agguerrita e a caccia di risultati utili per evitare lo spettro dei play-out.
La partita inizia e i gialloblù provano per primi a prendere l’iniziativa, innescando le velocizzazioni di Neglia e Falcone, ma la difesa toscana è attenta e non si lascia sorprendere. Al 9° minuto sono i bianconeri impostare la manovra offensiva con un ottimo spunto per Ciurria al limite dell’area, l’esterno si avvicina alla porta rapidamente, aggirando la retroguardia avversaria e fa scoccare un tiro imprendibile, siglando l’1-0. La Viterbese cerca di reagire, ma fatica parecchio a superare la propria metà campo, visto che i padroni di casa proteggono il momentaneo vantaggio con il coltello fra i denti. Al 34° minuto gli ospiti fanno salire il proprio baricentro, un passaggio millimetrico di Falcone viene intercettato da Jefferson, che tutto solo davanti a Moschin realizza il gol dell’1-1. Il Siena sembra accusare il colpo e appare un po’ disorientata nell’organizzazione del gioco, i gialloblù ne approfittano per cercare il raddoppio e lo sfiorano ancora una volta con Jefferson, che di testa devia un cross partito dalla bandierina del calcio d’angolo, ma trova la respinta di D’Ambrosio proprio sulla linea di porta. Il primo tempo si chiude in parità, con la Viterbese evidentemente intenzionata a conquistare una vittoria che le garantirebbe l’accesso sicuro ai play-off con due turni d’anticipo dalla fine del campionato.
Alla ripresa, infatti, gli ospiti spingono sull’acceleratore e al 46° minuto dalla trequarti fanno partire un lancio lunghissimo, che Jefferson di testa fa filtrare per Neglia, il quale da posizione ottimale non sbaglia e fissa l’1-2. I bianconeri alzano la difesa e si lanciano in avanti e dopo vari tentativi al 73° minuto il neo entrato Jawo batte Pini e ripristina il punteggio sul 2-2. Il Siena acquista fiducia e all’81° minuto, complice una dormita generale della difesa laziale, Marotta in scivolata completa la rimonta e porta la propria squadra sul 3-2. La Viterbese prova in ogni modo a recuperare, ma il triplice fischio dell’arbitro sancisce la fine dell’incontro e decreta la prima sdisfatta gialloblù dell’era Puccica. Una brutta sconfitta per Neglia e compagni, che restano fermi a quota 52 in classifica e, scivolando all’ottavo posto, sono costretti a proseguire la corsa verso i play-off nelle ultime due gare della stagione regolare. A cominciare dalla delicata sfida in programma sabato prossimo allo stadio Enrico Rocchi contro l’Arezzo, battuto ieri in casa dal Prato (1-2), ma ben piazzato in graduatoria in terza posizione con 64 punti.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI