La Viterbese raccoglie un punto d’oro sul campo dell’Arezzo

Arezzo (4-3-3): Benassi, Masciangelo, Milesi, Solini, Sabatino, Foglia, De Feudis, Corradi, Erpen (dal 46° Polidori), Moscardelli, Bearzotti (dal 72° Demba). In panchina: Garbinesi, Borra, Muscat, Grossi, Demba, D’Ursi, Polidori, Ba, Sirri, Rosseti. Allenatore: Stefano Sottili.

Viterbese (4-4-2): Iannarilli, Celiento, Pacciardi, Dierna, Varutti, Cenciarelli, Cuffa, Mununga, Marano (dal 72° Belcastro), Neglia, Bernardo (dal 76° Invernizzi). In panchina: Pini, Cruciani, Invernizzi, Belcastro, Diop, Fé, Ansini, Mazzolli. Allenatore: Dino Pagliari.

Arbitro: Nicola De Tullio di Bari.

Nella diciottesima giornata di Lega Pro (girone A), la Viterbese cambia pelle con la guida del nuovo allenatore Dino Pagliari, che in settimana ha sostituito Giovanni Cornacchini, esonerato dopo due mesi di risultati e prestazioni opache. Una metamorfosi che ha giovato sul campo dell’Arezzo, dove i gialloblù hanno conquistato un buon pareggio (0-0) contro la terza forza del torneo, dotata di un attacco micidiale.
La partita inizia e le due squadre si studiano, senza concedersi troppi spazi. All’8° minuto i padroni di casa trovano un varco con Bearzotti, che spara un siluro verso la porta avversaria, ma Iannarilli devia la palla in corner e dalla bandierina l’azione degli amaranto sfuma. I toscani si rendono spesso pericolosi, mentre i gialloblù riescono a costruire la prima occasione in attacco al 22° minuto con un puntuale cross di Neglia per Cuffa, che in area colpisce di testa, ma la sfera finisce di poco fuori. Al 35° minuto l’Arezzo assedia la difesa laziale prima con un calcio piazzato e poi con un calcio d’angolo, ma la difesa ospite tiene. Al 39° minuto Bearzotti scatta sul filo del fuorigioco, ma colpisce la traversa. Al 40° minuto a Moscardelli saltano in nervi e per un fallo di reazione viene punito con il cartellino rosso: i toscani restano in dieci, perdendo una pedina fondamentale per la propria strategia offensiva. La Viterbese non fa in tempo ad approfittare della superiorità numerica e rientra negli spogliatoi in parità, con un importante vantaggio da sfruttare nel secondo tempo.
Alla ripresa i toscani scendono in campo con un atteggiamento più prudente. Al 58° minuto gli ospiti si fanno vedere in avanti e Cenciarelli di testa impegna Benassi, che in tuffo respinge. E’ una delle rare chance che la Viterbese riesce a impostare in attacco, malgrado l’uomo in più, anche perché gli amaranto pressano ma raramente si scoprono. Il match si chiude a reti inviolate. Un risultato che rivitalizza l’umore del team di mister Pagliari, che in classifica resta all’undicesimo posto con 24 punti, in scia dell’ultimo accesso per i play-off, attualmente occupato da Giana Erminio e Olbia. Prossima sfida per la squadra gialloblù in programma domenica 18 dicembre allo stadio Rocchi contro il Como.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI