Per la Viterbese Natale senza strenne: a Cremona finisce 3-1

Cremonese (4-3-1-2): Ravaglia, Salviato, Polak, Marconi, Gemiti, Scarsella, Pesce (dal 76° Cavion), Belingheri (dal 56° Maiorino), Perrulli (dal 70° Porcari), Brighenti, Stanco. In panchina: Bellucci, Galli, Procopio, Cavion, Maiorino, Stanghellini, Ruci, Porcari, Scappini, Haouhache, Lame, Ferretti. Allenatore: Attilio Tesser.
Viterbese (4-4-2): Iannarilli, Pacciardi, Dierna, Mununga (dal 68° Cenciarelli), Cuffa, Belcastro (dal 73° Diop), Bernardo, Fè, Neglia, Varutti, Celiento. In panchina: Pini, Mallus, Scardala, Invernizzi, Diop, Cenciarelli, Corinti. Allenatore: Maurizio Tacchi (Dino Pagliari squalificato per un turno).
Arbitro: Alessandro Prontera di Bologna.
Reti: 39° Varutti (Vt), 42° Belinghieri (Cr), 64° Scarsella (Cr), 78° Brighenti (Cr).

Nel primo round della fase di ritorno del campionato di Lega Pro (girone A), la Viterbese incassa un inevitabile ko per 3-1 sul campo della Cremonese, che si conferma la seconda forza del torneo alle spalle dell’Alessandria.
La partita inizia e i padroni di casa si mostrano subito aggressivi. Al 6° minuto Perrulli crossa in area verso un compagno, che aggancia bene la palla ma viene fermato irregolarmente da Varutti. L’arbitro non ha dubbi e assegna il calcio di rigore alla Cremonese, s’incarica della battuta Brighenti, ma il portiee gialloblù respinge, salvando il risultato. I grigiorossi continuano a spingere in avanti e al 21° minuto, sfiorano di nuovo il gol, grazie a un’ottima visione di gioco di Perrulli, che imbecca Scarsella davanti a Iannarilli, ma il giocatore manca d’un soffio la palla. Al 27° minuto la difesa lombarda commette un errore clamoroso, lanciando lo scatto di Bernardo, che però una volta arrivato di fronte a Ravaglia colpisce il palo. Al 39° minuto la Viterbese passa in vantaggio, grazie a un guizzo di Varutti, che approfittando di unamischia in area devia in porta un cross partito dalla bandierina del calcio d’angolo. La formazione di casa non ci sta: il jolly Perrulli inventa l’ennesimo assist perfetto per Belinghieri, che ritrovandosi a tu per tu con Iannarilli lo batte e al 42° minuto riporta il punteggio in parità. Le due squadre rientrano negli spogliatoi ferme sull’1 a 1.
Alla ripresa sono sempre i grigiorossi a essere più intraprendenti, chiamando a intervendi decisivi Dierna e soci. Al 48° minuto Belcastro perde palla, la Cremonese ne approfitta per riportarsi in attacco: cross in area per Stanco, che fa scoccare un potente tiro, deviato in corner dalla difesa ospite. Al 61° minuto è la Viterbese a impostare la manovra offensiva con una buona trovata di Neglia, che serve Bernardo ma il giocatore di testa non centra lo specchio della porta. Al 64° minuto i lombardi realizzano il raddoppio con un colpo di testa di Scarsella, ma Dierna blocca la sfera sulla linea con le mani. Il direttore di gara inizialmente fischia rigore ed espulsione del difensore gialloblù, ma poi su segnalazione dell’assistente convalida la rete, perché il tocco del giocatore si è verificato all’interno della propria porta. Al 78° minuto la Cremonese archivia definitivamente la pratica con la terza rete firmata da Brighenti su assist di Maiorino.
Una sconfitta tutto sommato indolore per il team allenato da Dino Pagliari, che venerdì 30 dicembre tornerà di nuovo fra le mura amiche dello stadio Enrico Rocchi per affrontare una sfida decisamente più abbordabile contro il Tuttocuoio, avversaria a caccia di punti in chiave salvezza.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI