La Viterbese al Rocchi rimedia due schiaffi dal Pro Piacenza

Viterbese (4-3-3): Iannarilli, Cruciani, Dierna, Falcone, Jallow, Miceli, Cardore (dal 63°) Negia, Sandomenico, Varutti, Doninelli, Celiento. In panchina: Pini, D’Antonio, Pacciardi, Micheli, Paolelli, Chiani, Battista, Neglia, Pandolfi, Fioravanti. Allenatore: Giovanni Cornacchini.

Pro Piacenza (4-4-2): Fumagalli, Calandra, Sall, Bianco, Barba (dal 67° Bazzoffia), Aspas, Pugliese, Rossini, Cassani (dal 76° Pozzi), Musetti (all’84° Martinez), Belotti. In panchina: Bertozzi, Sane, Martinez, Cardin, Girasole, Gomis, Manganelli, Bazzoffia, Pozzi. Allenatore: Fulvio Pea.

Arbitro: Marco D’Ascanio di Ancona.

Reti: 88° Martinez (P), 90° Pozzi (P).

Nella ventinovesima giornata di Lega Pro (girone A), allo stadio Enrico Rocchi un’opaca Viterbese è stata battuta per 0-2 dal Pro Piacenza, avversaria diretta per la corsa a un piazzamento utile per i play-off.
La partita inizia e sono gli ospiti a prendere per primi l’iniziativa, impegnando la difesa gialloblù. All’8° minuto un assist dalla fascia destra pesca libero in area Cassani, che di testa trova la provvidenziale respinta di Iannarilli. Dopo un quarto d’ora di sofferenza, i padroni di casa provano a far salire il baricentro per uscire dalla propria metà campo. Al 23° minuto la Viterbese si procura una punizione da buona posizione, Cruciani sferra un cross tagliente verso il primo palo, che trova la deviazione di tacco di Jallow, ma il portiere rossonero blocca la sfera proprio sulla linea. I ritmi di gioco sono piuttosto blandi ed entrambe formazioni faticano a costruire azioni offensive fluide e in grado di mettere seriamente in difficoltà le rispettive difese. Al 43° minuto Sandomenico fa partire un missile da fuori area, che Fumagalli dirotta in calcio d’angolo. Dopodiché, il fischio del direttore di gara mette fine a un primo tempo tutt’altro che esaltante, chiuso a reti inviolate.
Alla ripresa la Viterbese cerca di cambiare passo e si lancia in attacco, ma lo fa in maniera disorganizzata e dimostra di soffrire soprattutto a centrocampo. Al 52° minuto Cruciani scatta in contropiede e serve Sandomenico, che però una volta arrivato da solo davanti a Fumagalli tira centrale e trova la respinta del portiere. La palla ritorna sulle gambe dell’ala laziale, che fa filtrare per Jallow, il quale di testa manda fuori. Al 63° minuto mister Cornacchini fa entrare Neglia al posto di Cardore, modificando l’assetto della squadra. Nei 15 minuti finali il Pro Piacenza affila il proprio attacco, chiamando in gioco dalla panchina Pozzi, giocatore di indubbia esperienza con trascorsi in serie A, al posto di uno stanco Cassani. E proprio a un soffio dallo scadere, gli emiliani passano in vantaggio con Martinez, che all’88° minuto devia in rete una palla respinta goffamente da Miceli. I gialloblù accusano il colpo e nel giro di una manciata di secondi incassano il secondo gol, per una clamorosa papera di Iannarilli, che servito da un difensore prova a scartare Pozzi, il quale al 90° minuto gli ruba palla e sigla lo 0-2 finale.
Una brutta sconfitta per il team di mister Cornacchini, che scivola al 10° posto in classifica con 41 punti, agganciato e superato per miglior differenza reti proprio dal Pro Piacenza e con ha una trasferta micidiale all’orizzonte. Infatti, sabato prossimo la Viterbese è attesa sul campo del Livorno, formazione d’alta fascia.

(Foto di Antonio Frosolini)

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI