La Viterbese a suon di rigori batte la Torres e torna prima in classifica

Viterbese (4-2-3-1): Pini, Pandolfi, Fè, Cuffa, Pomante, Scardala, Mbaye Babacar, Selvatico (dal 73° Nuvoli), Invernizzi (dal 69° De Sena), Boldrini (dall’87° Neglia), Bernardo. In panchina: Mastropietro, Perocchi, Pacciardi, Addessi, Nuvoli, De Sena, Dierna, Belcastro, Neglia. Allenatore: Federico Nofri.
Torres (4-3-3): Fadda, Cafiero, Negro, Masala, Biondi, Cossentino (dal 46° Gagliardini), Demartis, Casini, Scotto, Lisai, Musto. In panchina: Iali, Girardi, Gagliardini, Della Guardia, Gueli, El Kamch, Marcangeli, Solinas, Chelo. Allenatore: Marco Sanna.
Arbitro: Luca Zufferli di Udine.
Reti: 44° Boldrini (rig), 82° Boldrini (rig).

La 22ma giornata del girone G del campionato di serie D si apre allo stadio “Enrico Rocchi” con la Viterbese chiamata a fare gli onori di casa con un ospite scomodo come la Torres, squadra fra le più in forma in questa fase della stagione, capace con una lunga serie di risultati positivi di scalare la classifica e di avvicinarsi sensibilmente alle posizioni di vertice. I gialloblù si presentano a questa sfida con l’intento dichiarato di vincere per dimenticare il misero pareggio ottenuto domenica scorsa a Budoni e riagguantare il primo posto in graduatoria.
La partita inizia e i padroni di casa si portano subito in attacco, procurandosi 3 corner consecutivi che però non scalfiscono la porta difesa da Fadda. La Viterbese spinge in avanti, ma la difesa rossoblù non si scompone e controlla con sicurezza la manovra avversaria. Al 13° minuto Bernardo serve Boldrini, che scarta un paio di difensori, ma calcia fuori. Qualche minuto più tardi ci prova Invernizzi a beffare Fadda, ma il suo tiro finisce alto sopra la traversa. Al 23° minuto la Torres costruisce la prima azione offensiva e si rende pericolosa con Musto, che però colpisce male e spedisce la palla fuori. Al 25° minuto è Lisai a provare la conclusione e a impegnare Pini, che però si fa trovare pronto e blocca la sfera in due tempi. La Viterbese macina più gioco, senza però riuscire a spezzare l’equilibrio del match. Al 36° minuto Pandolfi perde palla e i rossoblù scattano in contropiede, ma Scotto tira sul fondo. La partita è vivace, si lotta su ogni pallone e al 43° Selvatico batte un calcio di punizione lanciando la palla in area, dove un difensore della Torres commette fallo. L’arbitro decreta il calcio di rigore, lo tira Boldrini e segna, firmando l’1 a 0 al 44° minuto. Il primo tempo si chiude quindi con i padroni di casa meritatamente in vantaggio.
Alla ripresa, gli ospiti provano a incrementare il ritmo di gioco, pressando a tutto campo. La Torres prende coraggio e si fa vedere più spesso in attacco, ma Pini controlla con attenzione la propria porta. Al 60° minuto gli ospiti beneficiano di un calcio di punizione dai 25 metri, Demartis s’incarica della battuta ma la palla s’infrange sulla barriera. I gialloblù stringono i denti, cercando di arginare il tentativo di rimonta degli avversari. All’80° minuto Demartis stende Fé in area, l’arbitro assegna un secondo calcio di rigore ed è ancora Boldrini a posizionarsi sul dischetto. L’attaccante gialloblù non sbaglia e segna la sua doppietta personale, fissando il risultato sul 2 a 0.
La gara si chiude con una preziosa vittoria del team allenato da mister Nofri, che con questi 3 punti sale a quota 46 in classifica, riconquistando il primato in compagnia del Rieti. Una posizione decisamente comoda per impostare la prossima trasferta in casa del Castiadas, che orbita a metà graduatoria con 21 punti e oggi ha incassato una sconfitta sul campo dell’Albalonga per 2 a 1.

(Foto di Antonio Frosolini)

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI