La vigilia è con il Baccalà in agro dolce

A volte non hai il tempo di accorgertene, le cose capitano in pochi secondi. Tutto cambia. Sei vivo. Sei morto. E il mondo va avanti. Siamo sottili come carta. (Charles Bukowski)“.

Quando vieni scosso dalla potenza catastrofica di un terremoto, anche se riesci a sopravvivere, la tua vita, il mondo circostante cambia per sempre. La paura che una scossa possa tornare a colpire di nuovo è una sensazione terrificante. Il coraggio non trema! Un augurio di Buone Feste a tutti voi, in particolare alla mia terra con la speranza che tutto torni come prima.

Per la vigilia di Natale vi propongo un piatto di tradizione:Il baccalà in agro dolce è una ricetta dal sapore particolare, la sapidità del baccalà entra in contrasto con la dolcezza di ingredienti come l’uvetta e le prugne secche.

Ingredienti

3 cucchiai d’uvetta passa

3 cucchiai di pinoli

8 prugne secche

7/8 castagne bollite

2 cucchiai di zucchero

4/5 cucchiai di salsa pomodoro

1 cipolla

1Kg di baccalà

olio extravergine.

 

Procedimento

Prendete un pezzo di baccalà e, dopo averlo ammollato, scolatelo, diliscatelo e tagliatelo in tranci. In una padella, preparate una base di cipolla finemente tritata e fatela imbiondire in abbondante olio. Aggiungete il passato di pomodoro, l’uva passa, i pinoli, le castagne e le prugne secche fatte rinvenire in acqua tiepida. Salate, pepate e fate cuocere ed insaporire per una decina di minuti. Aggiungete, infine, i pezzi di baccalà e lasciateli cuocere per circa mezz’ora a fuoco dolce.Impiattate il baccalà in agrodolce  e servitelo caldo.

Condividi la ricetta

 Aiutiamo i prodotti di Norcia

[pp_gallery gallery_id=”66400″ width=”400″ height=”500″]

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI