La Via Francegena da Bolsena a Montefiascone nella Giornata del Camminare

Prosegue l’ affascinante cammino sulla via Francigena, che tappa dopo tappa porta alla scoperta di ambienti naturalistici di rara bellezza, di segni di un tempo remoto e di popolazioni ancestrali. Dopo aver percorso due settimane fa il tratto Vetralla-Sutri, domenica 9 ottobre, giornata nazionale del camminare, con il Patrocinio del Comune di Viterbo, condurrà in uno dei tratti più belli e panoramici della Via Francigena nella nostra regione, quello che da Bolsena ci porterà a Montefiascone, circa 19 km. Nel 1263 a Bolsena accadde il miracolo eucaristico del Corpus Domini dal quale prese origine l’omonima festività, che ogni anno il 25 maggio riempie di profumi e colori il paese, con un’infiorata di garofani, ginestre e rose, che si estende per 3 km con migliaia di fiori che accompagnano una processione evocativa. Un sacerdote boemo di allora, dubbioso sulla presenza reale di Cristo nell’Eucarestia, partì alla volta di un pellegrinaggio per Roma. Al ritorno, presso la comunità di Bolsena chiese di poter celebrare la S. Messa. Proprio durante la Preghiera Eucaristica vide le ostie sanguinare e bagnare il corporale. Il cammino partirà dalla magnifica Collegiata di Santa Cristina, che contiene un grande dipinto sacro raffigurante “Scene del Martirio della Santa” eseguito dal celebre scultore e ceramista Giovanni della Robbia e la Cappella del Miracolo, che venne eretta nel 1693 in forme barocche, in ricordo del miracolo del 1263. Staccando da Bolsena, si attraverserà un mosaico variopinto di vigneti, uliveti e fitti boschi, con continui saliscendi e viste davvero mozzafiato sul Lago di Bolsena, il lago di origine vulcanica più grande d’Europa, fino a giungere a Montefiascone, dove dalla Torre dei Pellegrini si potrà godere di una vista emozionante e spettacolare a 360 gradi.
Info e prenotazioni: segreteria@prolocoviterbo.it – 393 3232478.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI