La Tuscia ha eletto i suoi 21 Sindaci

Una consultazione elettorale quella di domenica scorsa che ha visto l’uscita di sindaci storici come Sandrino Aquilani a Vetralla e Luciano Cimarello a Montefiascone, le riconferme di una lady come Lina Novelli a Canino, di Emanuele Maggi a Bassano Romano e Fabio Menicacci a Soriano quest’ultimo con una campagna elettorale cavalcata tutta su un presidio totale e un programma scandito a passo a passo, Bassano Romano conferma il suo Emanuele Maggi quale sindaco più giovane. Pure Caprarola riconferma Eugenio Stelliferi. Vitorchiano sceglie il volto nuovo di Ruggero Grassotti nella prosecuzione di un programma delineato dalla ex giunta Olivieri, e non riaccredita Gemini Ciancolini il sindaco storico che ha governato il bel borgo della Tuscia per diverse legislature. Ai nuovi primi cittadini spetta il compito di governare il proprio paese nel rispetto del programma presentato facendo leva su una “amminstrazione trasparente”.
Mentre nelle grandi città si va al ballottagio e tutto è rimandato al 19 giugno,nei comuni con risultato al primo turno ci si rimbocca le maniche e c’è voglia di fare da subito. Un buon lavoro a tutti

I sindaci eletti:
Acquapendente – Angelo Ghinassi – Arlena di Castro – Publio Cascianelli – Bassano Romano – Emanuele Maggi – Canino – Lina Novelli – Caprarola – Eugenio Stelliferi – Carbognano – Agostino Gasbarri – Corchiano – Paolo Parretti – Fabrica di Roma – Mario Scarnati – Faleria – Marco Del Vecchio – Gallese – Danilo Piersanti – Lubriano – Valentino Gasparri – Marta – Maurizio Lacchini – Montefiascone – Massimo Paolini – Oriolo Romano – Emanuele Rallo – Orte – Angelo Giuliani – Proceno – Cinzia Pellegrini – Soriano nel Cimino – Fabio Menicacci – Valentano – Francesco Pacchiarelli – Vasanello – Antonio Porri – Vetralla – Franco Coppari – Vitorchiano – Ruggero Grassotti

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI