La Regione Lazio sostiene SuperAbile

La Regione Lazio sostiene SuperAbile. Con una nota (la n.247836/2018) arrivata lo scorso 30 aprile presso il quartier generale del comitato del team, il Presidente Nicola Zingaretti, ritenendo altamente educativo e formativo il progetto, ha concesso il patrocinio della Giunta regionale.
Dopo quelli pervenuti dalle Amministrazioni comunali dei sindaci di Ronciglione, Carbognano e Caprarola e dal Comitato territoriale provinciale della Uisp, arriva, quindi, un altro importante attestato per l’iniziativa originariamente concepita localmente per le scuole di Bassano Romano. Ma che – in considerazione dell’alto valore morale ed educativo – si sta estendendo, in modo del tutto naturale, a molti altri centri della Tuscia. Come a dire: i progetti validi non hanno confini geografici.
“Egregio Presidente Boldorini – si legge nella missiva a firma del numero uno di Via Cristoforo Colombo – ho il piacere di comunicarLe che, a seguito della Sua richiesta, ho disposto la concessione del patrocinio della Regione Lazio in occasione dello svolgimento dell’iniziativa: Progetto “SuperAbile” che si terrà a Bassano Romano e nella provincia di Viterbo da aprile a giugno 2018”.
Grande soddisfazione è stata espressa da Lorenzo Costantini, Chiara Bordi, Alessandra Mosci e Alfredo Boldorini.
“La concessione del patrocinio della Regione Lazio – ha detto Alfredo Boldorini, a nome del team –, tra l’altro in tempi rapidissimi, è una grande notizia che ci riempie di gioia. Sapere che la Regione Lazio sostiene e condivide SuperAbile, progetto nato a Bassano Romano, nell’ambito del mio mandato da consigliere comunale, è motivo di grande apprezzamento. Dedichiamo questo riconoscimento a chi si trova in difficoltà, alle persone svantaggiate, a quelle che vivono ai margini della società, a quelle che presentano un handicap di ogni tipo, a chi pensa o ritiene che i muri siano insormontabili.
Lorenzo e Chiara ci hanno insegnato, invece, l’esatto il contrario. Il progetto SuperAbile, prendendo spunto dalle loro rispettive storie personali, rappresenta un messaggio di speranza, di vita, di fiducia, di riscatto. Si può rinascere dalle proprie ceneri. Non mollate mai! Anche quando il destino beffardo si prende una parte di voi. Lottate sempre. ‘I limiti – come dice il nostro Lorenzo – non sono fisici, sono solo mentali’. Oppure fate come Chiara che è riuscita – testualmente – ‘a fare della disabilità il suo punto di forza’.
Un plauso, ovviamente, va fatto ai nostri due campioni, Lorenzo e Chiara che, messi a dura prova dalla vita, hanno dimostrato che la disabilità non è una diversità. Ma una semplice caratteristica. Un particolare. Che si può superare. Una risorsa da cui ripartire. E lo hanno fatto usando lo sport. Sport e disabilità a braccetto, quindi, per superare le criticità, le avversità della vita.
Due giovani, due ragazzi, due modelli. Senza dubbio da seguire.
Ci sentiamo, sinceramente, di ringraziare, infine, la Giunta Zingaretti – Smeriglio per il sollecito accoglimento della nostra richiesta e per il riconoscimento dell’alto valore educativo, morale, sociale e sportivo concesso al progetto SuperAbile.
Un ringraziamento anche a tutti coloro i quali – insieme a noi – hanno creduto in questo progetto: dalle amministrazioni comunali, alle istituzioni scolastiche, dai dirigenti al corpo docente, al personale ausiliario e naturalmente alle nostre giovani leve. Che sappiano – questi ultimi – cogliere l’essenza del messaggio di SuperAbile”.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI