“La memoria in scena. Vita, ricordi, racconti di Celleno vecchio”

L’ incontro è parte di un progetto definito “La memoria in scena. Vita, ricordi, racconti di Celleno vecchio”. Appuntamento fissato perenerdì 4 marzo alle 17.30, al Palazzo della Cultura. Un filmato e le testimonianze di chi ha visto lentamente scomparire il centro storico di Celleno.
Con Antonello Ricci Il borgo di Celleno antica, con il Castello Orsini è davanti agli occhi di chi parteciperà all’incontro aperto a tutti.
Nel 1855, una forte scossa di terremoto, seguita da altre 54, come si legge dagli archivi, diede il colpo di grazia alla popolazione costretta ad abbandonare il paese per spostarsi a circa un chilometro e costruire, in località Le Poggette, la nuova Celleno.
La vita com’era sarà rappresentata in questo splendido incontro evidenziato dalla narrazione di un mondo scomparso riconsegnato agli abitanti attraverso le interviste realizzate da Antonello Ricci, Marco D’Aureli, Pietro Benedetti e Daniele Camilli, raccolte in un filmato che proiettato nell’incontro. Una “memoria mancata” riportata dalla Banda del Racconto di Antonello Ricci in collaborazione con il comune di Celleno e ACe20 s.r.l. nell’ambito del progetto “Celleno Senior Lab” finanziato ai sensi dell’Avviso pubblico Regione Lazio, direzione regionale Politiche Sociali.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI