La Favl festeggia la fine del 2017 pensando a un 2018 al top

Si è tenuta dopo la stupenda affermazione contro la Virtus Asd la cena di Natale della Favl Basket, che si è ritrovata al completo presso il ristorante Le Grenier.
La vittoria contro Assisi ha consentito alla società e naturalmente all’intero gruppo allenato da Andrea Masini di proiettarsi verso queste festività e l’inizio del 2018 nel migliore dei modi e con prospettive veramente rosee, considerando che fatta eccezione per il ko di Orvieto, dove i “cugini” si sono dimostrati più forti, la Favl nelle ultime partite ha dimostrato livelli di crescita esponenziale, come dimostrato proprio dalla vittoria contro Assisi. Tra i più in forma, nella serata che ha anticipato le feste natalizie il gruppo degli stranieri capeggiato da Jack Ocwieja e Luke Maskall-Wright, tra gli italiani invece Mirko Mari è stato uno dei beniamini della serata.
Coach Masini ha voluto fare un riassunto dell’anno appena trascorso: “Dal mio avvento a Viterbo sono molto soddisfatto, lo ero l’anno scorso, lo sono anche ora. Abbiamo giocatori molto giovani, dobbiamo avere molta pazienza, dato che questa vittoria con Assisi ci ha messo in una bella posizione di classifica. I ragazzi vanno sempre stimolati, ma sono estremamente soddisfatto e per questo li ho voluti premiare lasciandoli liberi fino al 2 gennaio. Gli stranieri hanno bisogno di andare a casa, dato che sono 4 mesi che sono fuori dalle loro famiglie. La squadra è squadra anche in questo momento. Li aspetto carichi come non mai il 2 gennaio”.
Davvero un bel clima quello che si è respirato mercoledì sera, clima che è indicativo del grado di coesione raggiunto da questo gruppo che servirà alla ripresa del campionato, quando la Favl affronterà squadre sulla carta più abbordabili. “Alla ripresa avremo partite non proibitive – ha sottolineato Masini – Orvieto ha dimostrato che è superiore, però con le altre squadre ce la possiamo giocare e piano piano potremo arrivare anche ai livelli di  Orvieto, questo rientra nel processo di crescita della squadra. Ogni anno lasciamo due o tre ragazzi e ne prendiamo altri 5 o 6. L’anno scorso la squadra ha avuto una certa evoluzione da subito perché abbiamo preso giocatori esperti, quest’anno il gruppo è molto più giovane e il processo è stato differente. La scorsa stagione, quando sono arrivato, ho trovato una squadra che con l’innesto dei vari Okon e Buzzini si è messa subito in riga, quest’anno il play titolare Purplevics, classe ’98, ho bei rapporti con ciascuno dei miei giocatori, Mari e Quondam sono state davvero bellissime scoperte che si sono integrate subito: tutte esperienze belle e positive, ora speriamo di scrivere qualcosa di importante e migliorare quello che abbiamo fatto lo scorso anno”.
Alla fine della serata, dopo il consueto brindisi, la società ha voluto omaggiare tutti i giocatori, lo staff e i familiari con un panettone tradizionale della pasticceria Flamigni, acquistato per finanziare l’attività della Croce Rossa Italiana. La squadra si ritroverà in palestra il 2 gennaio e per Il 4 è stata fissata un’amichevole a Civitavecchia per rientrare in clima partita.

Ufficio Stampa Favl Basket

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI