La Favl Basket ancora sugli scudi, espugnata anche Umbertide

Vince e convince la Favl Basket che anche nella trasferta di sabato pomeriggio mette in mostra i miglioramenti evidenziati nelle ultime settimane e ha la meglio (70-86 il finale) su un Fratta Umbertide che di fronte ai Viterbesi ha potuto ben poco, complice anche la netta differenza tecnica e di lunghezza tra i roster delle due squadre.
Una gara, quella giocata sul parquet degli umbri, che non ha lasciato spazio ad alcun dibattito, Tola e compagni hanno dominato il match sin dall’inizio, senza permettere agli avversari di rientrare in partita.
Già nel primo parziale gli uomini di Masini hanno messo le cose in chiaro e guidati dai 3 stranieri in gran forma hanno staccato di netto gli avversari.
Nel secondo periodo è salito in cattedra anche D’Agostino, utilizzato per alcuni problemi che hanno bloccato Simone Tola. A fine gara proprio sulla prestazione di D’Agostino si è voluto soffermare il g.m. Enrico Bertini: “Siamo contentissimi per la prestazione di un ragazzo come Andrea, che quando viene chiamato in causa come stasera mette in mostra la voglia che contraddistingue anche chi come lui di solito ha un minutaggio meno elevato rispetto ai suoi compagni”.
La musica del match non è del resto cambiata nel terzo e nel quarto periodo quando i biancorossi hanno agevolmente controllato il match facendo leva sulla maggiore prestanza fisica e su una condizione atletica che di settimana in settimana va migliorando.
Ora per Masini e i suoi in attesa della sosta natalizia c’è da affrontare le prime due gare del girone di ritorno. Il coefficiente di difficoltà salirà esponenzialmente dal momento che nel prossimo match la Favl è attesa dal derby in casa della capolista Orvieto, che ieri ha sbancato il parquet di Assisi e nel turno successivo, subito prima di Natale arriverà al Palamalè proprio l’Assisi per il match che chiuderà il 2017 della Favl Basket. Due partite per permettere di riscattare le prime due sconfitte stagionali e per puntare al vertice della classifica con una convinzione nei propri mezzi che i viterbesi sembrano ormai aver trovato definitivamente.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI