“La Domus romana del Mithra”:incontro conclusione campagna scavi

Sono in via di conclusione i lavori della prima campagna di scavi effettuata dall’Università di Verona sul Pianoro della Civita, divenuto ormai luogo di grande interesse per archeologi e università.
Un gruppo di studenti e di studiosi dell’Università di Verona, diretti dal Prof. Attilio Mastrocinque, dal 23 giugno, in collaborazione con la Soprintendenza Archeologia del Lazio e dell’Etruria Meridionale e l’Università Agraria di Tarquinia, ha riportato alla luce i resti di una “domus” di epoca romana, nel sito, dove fu probabilmente trafugata la statua del Mithra, che sarà accolta in una bellissima sala del Museo Archeologico Nazionale Tarquiniense, ristrutturata dalla Fondazione Etruria Mater.
Tra i reperti ritrovati, è doveroso segnalare alcuni frammenti di lastre risalenti a epoca romana – imperiale, una fontana quadrangolare, nella quale sono stati trovati resti di reperti di marmo, parte della composizione scultorea della fontana stessa. Altro importante ritrovamento riguarda un triglifo, elemento architettonico del fregio dell’architettura greca e romana, consistente in una formella di argilla con scanalature, che era collocata in corrispondenza delle travi lignee dei templi.
In occasione della conclusione degli scavi, l’Università Agraria di Tarquinia, in collaborazione con l’Università di Verona e la Fondazione Etruria Mater, invitano alla conferenza intitolata “La Domus romana del Mithra”, che si terrà il 16 luglio, alle ore 18.30 presso la sala convegni di palazzo Vipereschi, in via Giuseppe Garibaldi.
Foto: Pianoro della Civita

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI