La comicità di Zelig al Porto Clementino Festival di Tarquinia

La comicità di Zelig sbarca al Porto Clementino Festival di Tarquinia con un appuntamento all’insegna del divertimento e delle risate, in programma domenica 16 agosto alle 21 presso l’Avad Lungomare dei Tirreni. Protagonisti della serata saranno Antonio Covatta, Dani Bra e Annalisa Cordone.

Il cabaret di Antonio Covatta è un succedersi scoppiettante di battute e citazioni musicali, che mettono alla berlina il mondo dei media, della pubblicità, e della cronaca, compresa la nera, alla quale l’artista dedica alcune gustose parodie.

Danilo Brancato, in arte Dani Bra, nei suoi spettacoli cerca di portare in scena l’esperienza
teatrale e fonderla con quella cabarettistica, dove si alternano monologhi a personaggi, si intervallano canzoni e poesie, il tutto in chiave comica e un po’ romanesca.

Annalisa Cordone consegue il Diploma di Recitazione presso l’Accademia d’Arte drammatica di Palmi nel 1996 ed inizia a lavorare in alcuni spettacoli prodotti dalla scuola stessa quali Lunga notte di Medea con la regia di Alvaro Piccardi al Teatro Coliseo di Buenos Aires e La Disputa con la regia di Franco Però al Bat Theatre di Berlino. Successivamente,entra a far parte della compagnia dei giovani presso il Teatro Stabile del Veneto con la quale partecipa a diverse produzioni tra le quali spiccano La trilogia di Zelinda e Lindoro con la regia di B.Emiliani e La Ragazza di Marghera di R.Cavosi. In teatro lavora inoltre con G.Albertazzi, M.Belli, C.Lizzani. Lavora anche per il Cinema, Il Sogno di una Notte di Mezza estate, regia di M.Hoffman e Les Enfants Dù Siècle di D.Kurys, e per la televisione, Incantesimo, Ris, Distretto, I Liceali.

Il Laboratorio Zelig di Roma continua a rappresentare il punto di riferimento e lo sbocco naturale per tutti gli appassionati di cabaret del centro e del sud Italia, per chiunque abbia intenzione di cimentarsi e affinare il proprio talento salendo sul palcoscenico, o per chi voglia assistere a serate divertenti e spassose grazie a un cast sempre ricco e di altissimo livello. Sono la palestra dove aspiranti comici testano sketch inediti davanti a un pubblico vero. Qui sono nate molte idee come i gangster Gin e Fizz di Ale e Franz, le poesie di Flavio Oreglio, l’ipnosi di Leonardo Manera. Sono uno spazio di studio e sperimentazione di nuove forme di comicità, scritta e agita, all’interno del quale si ha la possibilità di provare idee, definire uno stile o i tratti di un personaggio con il contributo della direzione artistica di Zelig.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI