Kokocinski Vita straordinaria di un artista, una biografia che diviene immortale

Se volete sapere di Alessandro Kococinski, dovete leggere questo libro:
Alessandro Kokocinski- Vita straordinaria di un artista . Un sottotitolo che l’autrice Tiziana Gazzini ha posto alla biografia (Edizioni Clichy, 219 pagine che venne presentato dallo stesso autore nel maggio scorso alla Biblioteca di Viterbo. “Koko è un personaggio (un artista) d’un altro tempo (secolo, millennio forse). In lui c’è qualcosa che resiste alle catalogazioni”.
Risulta difficile oggi parlarne al passato. Così, anche la sua biografia non è veramente tale, ma appare come un accenno a qualcosa di molteplice, d’inafferrabile che si consegna agli appassionati della suo opera, del suo esempio di vita.Il 12 dicembre Kokocinski è scomparso.Il volume mette in luce l’uomo, l’artista o artigiano colto, come lui stesso soleva definirsi. Madre russa e padre polacco, un nonno che cavalcò con Trotskij i venti di fuoco dell’ottobre bolscevico, Koko nasce a Porto Recanati nelle Marche in un campo profughi nel dopoguerra.Un inizio difficile il suo susseguito da avvenimenti tormentosi. “L’arte di Koko è questo, segno che si fa scultura, pittura materica che raccoglie e rinnova l’eredità di Goya e Chagall, dando corpo ai fantasmi dell’Occidente – ma anche dell’Oriente, lungamente frequentato – nel tentativo di quietarli”. Kokocinski è stato un uomo, un artista in fuga persino da sé, che dopo tanto girovagare aveva trovatoo la casa e bottega a Tuscania. consegnandosi tra una chiesa sconsacrata e un palazzo già vescovile per dare ancora corpo all’arte, ai sogni, fino all’ultimo giorno è stato un combattente un guerriero, nonostante fosse devastato dal male .Il suo capitolo terreno si è chiuso nella bellissima e amata Tuscania. Il libro costituisce qualcosa di prezioso che ne alimenterà la sua memoria.
Vita straordinaria di un artista di Tiziana Gazzini (Edizioni Clichy, 219 pagine).

 

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI