“Julianellum 1536”: il nuovo Corteo Storico di Vignanello

L’Associazione Culturale Rinascimentale “Giovanni Maria Nanino”, in
collaborazione con il Comune e la Pro Loco di Vignanello e con il patrocinio
della Regione Lazio presenta in sede di conferenza alla Stampa
a Vignanello venerdì 4 novembre 2016 alle ore 17.30 presso la Biblioteca Comunale
il nuovo Corteo Storico di Vignanello “Julianellum 1536”
La nascita della Contea e la presa di possesso di Ortenzia Farnese e Sforza Marescotti
Parteciperanno:
Luigi Stefanucci – Presidente dell’ Associazione Culturale Rinascimentale “G.M.
Nanino”
Roberta Minella e Cristina Antonozzi – Responsabili del Corteo Storico di
Vignanello
Mario Agnocchetti – Socio Fondatore della Associazione Culturale Rinascimentale
“G. M. Nanino”, Presidente del Festival internazionale del folklore “Colli Cimini”,
Presidente onorario della F.A.F.It ( Federazione Associazioni Folkloriche Italiane )
Elisabetta Gnignera – Storica del costume, specialista del Rinascimento italiano
Maurizio Grattarola – Studioso, si occupa di storia locale vignanellese.
Il Corteo storico, nella corrente edizione della “Festa del Vino e dell’ Olio Novello
2016, presenterà pertanto la creazione della contea ereditaria, con le inedite figure di
Ortensia Farnese e Sforza Marescotti, il Vescovo di Civita Castellana, rappresentante
del Pontefice, il Notaio, rappresentante della Comunità di Vignanello, attorniate da
un corteggio di personaggi delle famiglie priorali della Vignanello del XVI secolo,
nella ideale ambientazione cinquecentesca relativa .
Con il progetto “Julianellum 1536”, Vignanello e l’ Associazione Culturale
Rinascimentale “Giovanni Maria Nanino” si prefiggono di offrire, nel tempo, una
ricostruzione puntuale e affascinante di una pagina di storia locale del XVI secolo
che pochi conoscono. Il progetto, in fieri, prevede – nei prossimi anni –
l’adeguamento dei costumi di tutto il Corteo storico, inclusi sbandieratori e musici,
alla temperie degli anni ’30 del Cinquecento. E’ infatti evidente come il pubblico,
oltre che gli addetti ai lavori, stia premiando sempre più spesso le realtà che hanno
saputo ancorare strettamente alla propria storia locale gli eventi di rievocazione
attraverso una ricerca sempre più serrata di veridicità storic

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI