Jubilate/ L’Umanità di Cristo di Pietro Aretino in prima assoluta

Il programma di giovedi 10 marzo del Festival del Giubileo prosegue a Palazzo Papale con due appuntamenti rilevanti:
Ore 18.00 Sala Alessandro VI “ Stella Fanelli in Lucrezia Borgia , metamorfosi nel sacro”, un inedito punto di vista su una delle figure più controverse del Rinascimento italiano che ne svela la redenzione di donna principessa a scalfire quel pregiudizio morale che la vuole emblema della spregiudicata morale machiavellica.

Ore 21 Sala del Conclave, l’attore Alessio Di Clemente con Gian Maria Cervo in l’Umanità di Cristo, il capolavoro sacro di Pietro Aretino. La prima parte, comunemente conosciuta come La Passione di Gesù fu composta durante la cosiddetta annata trionfale del grande autore rinascimentale nel 1534. In quell’anno il poeta compose infatti anche la prima parte dei Ragionamenti, la commedia La Cortigiana e I sette Salmi de la penitenzia di David dando prova di saper alternare, con dimestichezza, nella propria opera, la trattazione di temi sacri e profani e di una grande capacità di invenzione linguistica che sarebbe stata eguagliata solo dagli elisabettiani. Gian Maria Cervo ne fa una sintesi estremamente rispettosa, limitandosi ad applicare principi drammaturgici contemporanei alla grande festa del linguaggio aretiniana. Lo spettacolo, una coproduzione tra il Festival Quartieri dell’Arte e La Dramaturgie in collaborazione con Fondazione Caffeina, sarà accompagnato da una selezione musicale di Camillo Ventola. Ingresso libero.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI