Italian Film Festival Berlin prosegue con Lucchetti e Virzì

Dal 6 al 9 ottobre, il cinema italiano è protagonista a Berlino con la terza edizione dell’Italian Film Festival Berlin.
Al cinema Babylon di Rosa Luxemburg Platz in programma quattro giorni di proiezioni dei più significativi film italiani dell’ultima stagione cinematografica e non solo.
Giovedì 6 ottobre alle 18 con la proiezione di “L’uomo che aveva picchiato la testa”, un documentario con cui Paolo Virzì racconta al grande pubblico la vita e le canzoni del suo amico Bobo Rondelli, cantautore geniale ma sottovalutato.
A seguire, alle 20, “Ovosodo”, commedia di successo vincitrice del gran premio speciale della giuria alla 54esima mostra del Cinema di Venezia.
Il film sarà presentato dal regista Paolo Virzì, ospite d’onore di questa terza edizione, a cui sarà peraltro dedicata una retrospettiva che si svolgerà nei mesi di ottobre e novembre in vari cinema berlinesi.
Si continua venerdì 7 ottobre alle 17. In sala 1 sarà proiettata la première tedesca di “Chiamatemi Francesco”, film con cui il regista Daniele Lucchetti racconta il percorso che ha portato Jorge Bergoglio, figlio di una famiglia di immigrati italiani a Buenos Aires, a diventare Papa nel 2013.
In sala 2 “Lago Nostro-Futuro Nostro” di Carla Zikfeld e Stefan Karkow, un documentario sul Lago di Bolsena che descrive l’importanza del territorio viterbese dal punto di vista geologico, culturale e sociale.
In sala 3 “Quo Vado?”, quarto film con protagonista Checco Zalone, diretto da Gennaro Nunziante e campione d’incassi. Alle 20 appuntamento imperdibile con i “The Kouple”, l’originale duo formato da Alessandro Rinella, tenore internazionale e nativo romano, e Hanna Jursch, nota cantante jazz tedesca, che mescola il canto lirico con il jazz.
A seguire proiezione del film rivelazione dell’esordiente regista Gabriele Mainetti e vincitore di ben sette David di Donatello, “Lo chiamavano Jeeg Robot”.
Sabato 8 ottobre si susseguiranno ben sette proiezioni. Si parte alle 15 con Officina Berlino (Werkstatt Berlin), una commedia, frutto di un workshop, in cui giovani donne e uomini, italiani e stranieri, sono ospiti di questa città in cui il perenne cambiamento porta tutti a cercare identità, perdere convinzioni e trovare riferimenti.
Alle 16 in sala 1 sarà la volta della première tedesca di “Fai bei sogni”, ultima opera di Marco Bellocchio presentata al Festival di Cannes 2016 e tratta dall’omonimo romanzo del giornalista Massimo Gramellini.
In sala 2 Margherita Buy e Sabrina Ferilli saranno le protagoniste di “Io e lei”, commedia d’amore molto combattuta della regista Maria Sole Tognazzi, mentre in sala 3 gli occhi della regista Francesca Archibugi incontreranno le parole del poeta Pierluigi Cappello nel documentario Parole Povere.
Alle 18 in sala 2 sarà proiettato “Il Solengo” di Alessio Rigo de Righi e Matteo Zoppis, il racconto di un gruppo di anziani cacciatori sulla vita di un uomo vissuto per più di sessant’anni in una grotta e chiamato appunto “il Solengo”, come il maschio del cinghiale che vive isolato dal gruppo.
Sullo schermo della sala 3, invece, sarà la volta dell’ultimo documentario del regista Gianfranco Rosi, “Fuocoammare”, incentrato sul tema dei migranti e vincitore dell’Orso d’oro come miglior film alla 66a edizione del Festival di Berlino.
Infine, dopo il regista Paolo Virzì, un nuovo atteso ospite: alle 20 appuntamento con il cantautore e scrittore Vinicio Capossela per la première tedesca di “Nel paese dei coppoloni” del regista Stefano Obino.
Un’occasione per seguire il “musicista viandante” Capossela in questo viaggio a doppio filo sul fronte della musica e del racconto, accompagnati dalla colonna sonora del suo album Canzoni della Cupa.
Il festival si concluderà domenica 9 ottobre con la proiezione, alle 16, di “Non essere cattivo”, ultimo lungometraggio dell’ideale trilogia del regista Claudio Caligari, dopo Amore tossico e L’odore della notte.
Candidato italiano agli Oscar 2016, racconta di Cesare e Vittorio, due ventenni in un mondo dove soldi, droghe sintetiche e cocaina “girano facili”.
È possibile acquistare i biglietti del festival presso il cinema Babylon (Rosa Luxemburg Strasse, 30 – Berlin) oppure on line su www.babylonberlin.de.
Per il programma dettagliato e maggiori informazioni su tutti gli eventi: www.italianfilmfestivalberlin.com.
Tuscia film fest – Italian film festival Berlin

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI