Inaugurazione del Monumento in memoria dell’Ufficiale Mario Di Lecce

Il sindaco Leonardo Michelini interverrà alla cerimonia l’8 aprile alle 12,30 in largo Mario Di Lecce, per l’inaugurazione del monumento dedicato alla memoria dell’ufficiale viterbese Di Lecce, incursore dei paracadutisti, vittima dell’eccidio di Cima Vallona di San Nicolò di Comelico, in provincia di Belluno, avvenuto il 25 giugno del 1967. “Negli anni passati – ha sottolineato il sindaco Michelini – a Mario Di Lecce fu dedicata l’area che ospita il cippo di peperino. Domani, grazie all’Associazione Nazionale Incursori Esercito e all’Associazione Nazionale Paracadutisti d’Italia, sezione di Viterbo, verrà inaugurato il monumento progettato dall’architetto e paracadutista Raffaele Ascenzi. Un gesto che va a valorizzare ulteriormente il sacrificio di Mario Di Lecce, vittima di un cruento attentato, nel quale persero la vita altri ufficiali della Compagnia Speciale Antiterrorismo”. In occasione della cerimonia, oltre alle autorità militari e ai rappresentanti ististuzionali, saranno presenti la vedova Graziella Frittelli, non ancora ventenne al tempo della tragedia e la figlia Francesca Di Lecce, di appena 15 giorni. Tra i presenti anche Maurizio Federici, ex consigliere comunale che ha fortemente sostenuto l’intitolazione dell’area e la realizzazione del monumento in memoria dell’incursore paracadutista viterbese. Il sindaco Michelini, in occasione della cerimonia, deporrà una corona a nome della città di Viterbo.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI