Inaugurata la sede di Associazione Stampa Romana intitolata ad Alessandra Corsi

Diego Galli

Ieri, presso il Caffè Letterario di Viterbo, si è tenuta l’inaugurazione della sede viterbese dell’Associazione Stampa Romana, succursale intitolata a Alessandra Corsi, giornalista scomparsa nell’ottobre del 2011 che per tanti anni fu a capo dell’ufficio stampa del Comune di Viterbo.
L’evento, organizzato con il contributo del fotoreporter Gianni Tassi, è stato introdotto da un piacevole incontro con il giornalista del Tg1 Paolo Di Giannantonio dedicato alle fake news: “La verità è una battaglia”. Il professionista dell’informazione, con l’aiuto della moderazione di Lazzaro Pappagallo, segretario regionale di ASR, ha potuto esporre al pubblico presente alcuni fatti molto interessanti, come la recente elezione di Donald Trump, evento finito nell’occhio del ciclone a causa delle “bufale”. Come ha sottolineato Di Giannantonio: “Viviamo, oggi, in un mondo dove sono le notizie a venire da noi giornalisti, e dove non siamo più noi a doverle cercare”, una realtà dove la verità è frammentaria e difficilmente riconoscibile. I giornalisti, soprattutto i professionisti, secondo Di Giannantonio avrebbero il dovere imperativo di seguire una morale, ricordandosi che la loro professione dovrebbe essere sempre al servizio della democrazia. Purtroppo, come è stato poi ricordato, è anche vero che l’editoria italiana sta vivendo una forte crisi, dove una concorrenza spietata sprona i vertici delle testate a tagliare le spese dove in realtà non dovrebbero, ovvero, nelle retribuzioni dei propri collaboratori. Lazzaro Pappagallo, in qualità di rappresentante del sindacato, ha però ricordato che l’Associazione Stampa Romana esiste per supportare chi decide di svolgere la professione giornalistica: “Come sindacato pensiamo ancora di poter svolgere un ruolo importante, quello di crescere insieme a voi” e, come poi ha precisato, per fare questo l’ASR offre vari mezzi di supporto, come dei corsi formativi utili per chi vuol fare dell’informazione la sua specialità.
Presente all’inaugurazione anche il marito di Alessandra Corsi, il giornalista Federico Usai. A lui è stato riservato l’onore e il compito di “tagliare il nastro” e scoprire la targa dedicata alla sede intitolata alla moglie.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI