Imu terreni agricoli: Tuscania presenta nuovo ricorso

Riceviamo e pubblichiamo la nota del vicesindaco e assessore al Bilancio Liberati e dell’assessore Potestio di Tuscania

“Il Comune di Tuscania ha aderito ad un nuovo ricorso riguardante l’IMU sui terreni agricoli indetto dall’ANCI- dichiarano il vicesindaco Leopoldo Liberati e l’assessore all’agricoltura Vincenzo Potestio-  la nostra cittadina infatti, nella provincia di Viterbo è risultata tra i paesi “NM” (non montani), quindi tra i comuni che non sono stati esentati ed il prossimo 10 febbraio i proprietari terrieri dovranno pagare secondo l’aliquota fissata a 0,76, un’altra decisione discutibile che non ci appartiene, ma è stata stabilita dallo Stato. Un’ennesima beffa ai nostri agricoltori che provoca anche diversi problemi di liquidità al nostro comune come a tutti quelli non esentati. Lo Stato infatti, da questa tassa si aspetta una determinata cifra ed in attesa del pagamento ci costringe a trattenere i soldi che presuppone incassare dalla Tasi, cosa che ovviamente ci porta a confrontarci con ulteriori problemi di bilancio. Dato che il primo ricorso per noi non è andato a buon fine, con questo nuovo speriamo che vengano cambiati ancora una volta i requisiti e Tuscania possa essere finalmente esentata da questa tassa ridicola e anticostituzionale”.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI