Il team di Viterbo si aggiudica il Meeting Internazionale di Atletica leggera “Città di Viterbo”

Durante Meeting Internazionale di Atletica leggera “Città di Viterbo”, le sei squadre provenienti da Malta, Londra, Iasi, Granada, Turany e Viterbo naturalmente hanno dato vita ad un incontro nel segno della reciproca amicizia e della condivisione dei comuni ideali di pace e di fratellanza. Al di là dell’evento sportivo in sé, lo scambio delle reciproche esperienze e il valore dei rapporti tra gli stessi partecipanti è stato il tratto caratteristico di questa esperienza che fa il paio con quelle passate.

Vince Viterbo, a sorpresa ma con merito, questa edizione del Meeting Internazionale, battuti i londinesi favoriti della vigilia e gli spagnoli, giunti a Viterbo numerosi e intenzionati a far bene, al quarto posto i maltesi che sin dalle prime battute sembravano dover fare invece il colpaccio. I ragazzi di Viterbo non si sono lasciati intimidire e sono riusciti a dare il meglio di sé, approfittando come nella staffetta femminile, di alcune ingenuità degli avversari.

Il meeting assoluto ha avuto un prologo nella mattina con l’incontro giovanile che ha visto una partecipazione straordinaria di atleti, circa 300 ragazzi hanno animato il campo Scuola, tirato a lucido dall’ottimo collaboratore Luigi Guernaccini. I giudici di gara non si sono fatti sorprendere, e al di là di qualche piccolo ritardo, inevitabile vista la massa degli atleti presenti, hanno portato a termine brillantemente una manifestazione che, è bene ricordarlo, è iniziata alle ore 9.00 della mattina ed è terminata alle 21.00 della sera; una kermesse di gara lunga 12 ore che è stata possibile grazie alla loro professionalità. Bene anche i dirigenti, in particolare Claudio Muccio il presidente dell’Atletica Vetralla, che ha curato la premiazione, anzi le interminabili premiazioni, quasi 12 ore sul campo a distribuire medaglie, coppe e trofei un vero record, Fabrizio Maiolati, dell’Alto Lazio, che ha curato e risolto tanti piccoli e grandi problemi tecnico organizzativi che hanno permesso un regolare svolgimento della gara. Così come lo speaker della manifestazione il prof. Paolo Fatiganti, che nelle diverse lingue ha animato l’intera giornata districandosi abilmente tra le più disparate richieste fatte in tutti gli idiomi, ma soprattutto, cosa importantissima, scandendo i ritmi della manifestazione nelle varie lingue rendendo così la stessa più fluida e senza intoppi.

Sul campo a curare gli aspetti sanitari il nostro atleta dott. Lorenzo Chiusaroli, che si è prodigato nel risolvere brillantemente tutti i problemi che di volta in volta si sono presentati. Bene tutti i tecnici, che hanno preparato i loro atleti al meglio e che sagacemente li hanno guidati in campo tra gli altri ricordiamo: Tomasicchio, Misuraca Giuseppe e Linda, Battistin, Borzacchi, Tienforti, Cea, Calcinari, Pazzaglia. In segreteria, centro nevralgico di tutta la manifestazione, Marina Tedeschi e Federica Gregori che in tempo reale hanno consentito a tutti di fruire dei risultati e non solo.

Al fotofinish Maurizi e Burratti, nelle pedane Berni, Masci, Aquilani, nei lanci lunghi, nel lancio del peso Ceccarelli, Muccio, Cianchelli; Farnetti, Moracci, Biscotti, Vitiello, Spagna, De Santis, Leonardi, Marricchi, Battistin, nei salti; lo starter Massimo Chiusaroli, a dettare i ritmi della gara, sull’arrivo Condurelli, Cardoni, Timperi, a coordinare il tutto il delegato tecnico della manifestazione Marcella Tumminello. Menzionare tutti coloro che hanno dato vita con la loro opera al successo della manifestazione è impossibile, la lista sarebbe lunga, ma lo ricordiamo senza la loro collaborazione non ci sarebbe stato il Meeting.

La classifica finale a squadre comprensiva dei punteggi maschili e femminili, come già accennato, vede la vittoria della rappresentativa di Viterbo con 11.265 punti, al 2° posto Londra con 9751 punti, terza piazza per Granada con 9224, al quarto Malta con 7588 punti. Nella classifica maschile 1° posto per Viterbo con punti 5576, davanti a Malta 4685 punti, al terzo Granada con 4613 punti, al 4° Londra con 4514. Nella femminile ancora Viterbo con 5689 punti, al secondo Londra punti 5237, al terzo Granada con 4611, al quarto Malta con 2903 punti.

L’Amministrazione comunale ha voluto fortemente questa edizione del Meeting con il suo Delegato allo Sport prof. Livio Treta che nel discorso augurale della manifestazione ha voluto ribadire i valori dello sport come veicolo di valori universali quali l’amicizia e il rispetto reciproco; ha inoltre ricordato l’impegno che l’attuale Amministrazione ha messo non solo per realizzare il Meeting ma per la ristrutturazione dell’impianto e il suo conseguente rilancio. Gli ha fatto eco il colonnello Maurizio Angelis in rappresentanza della Scuola Marescialli della Aeronautica militare di Viterbo che ha ribadito i comuni valori che legano gli insegnamenti della Scuola militare con quelli dello sport in particolare dell’atletica.

COMMENTA SU FACEBOOK